Lunedì 25 Gennaio 2010

Seriate, incontro Poste-sindaco
Saita: «Promesse da mantenere»

Incontro tra i vertici delle Poste e il sindaco di Seriate sui disservizi postali che da anni colpiscono i cittadini. L’incontro è stato un tavolo al femminile: Maria Carla Brunori, direttrice Filiale di Bergamo 1; Maria Luisa Roggeri, responsabile Recapito Area Manager 5, che copre tutta la provincia di Bergamo; Luisa Carminati, direttrice dell’Ufficio Postale di Seriate; Mirella Fuselli, direttrice Centro Primario di Distribuzione di Seriate.

Il sindaco Silvana Santisi Saita ha chiesto di «porre fine ai disservizi su distribuzione e servizio postale cittadino, da anni problematico. La promessa dell’apertura di un secondo ufficio non si è più attuata. Urge che almeno l’unico esistente funzioni a dovere. Molti cittadini purtroppo lamentano la mancata ricezione di lettere e le lunghe attese agli sportelli».

Per quanto riguarda la distribuzione sul territorio, «è garantita - ha risposto Maria Luisa Roggeri, continuando: - A dispetto della situazione critica di tre anni fa, non vi è nessuna giacenza negli uffici di Seriate. Attualmente le 19 zone di Seriate sono coperte da 19 porta lettere, di cui 10 dedicati solo alla vostra città. A questi si aggiungono 2 scorte part-time e personale assunto a tempo determinato. Nel giro di 2-3 anni verrà stabilizzata la posizione degli interinali a favore di assunzioni a tempo indeterminato con personale stabile e formato, così da conoscere bene il territorio. L’intenzione è potenziare il servizio di recapito».

Maria Carla Brunori ha inoltre aggiunto: «Seriate per noi è un ufficio strategico. Gestisco l’area meridionale della provincia di Bergamo per un totale di 114 uffici, di cui 13 con doppio turno, ovvero aperti mattina e pomeriggio, dalle 8.30 alle 19. Tra questi 13 uffici compare anche Seriate. Cerchiamo di garantire al meglio i nostri servizi e di promuoverne di nuovi, per essere attenti alle esigenze della clientela. Dai nostri dati l’affluenza all’ufficio postale di Seriate risulta di 79 clienti in media ogni giorno nel 2008, scesi a 71 nel 2009, pertanto il personale disponibile è sufficiente».

A questo punto il sindaco Saita chiede spiegazione sul permanere di lunghe file. Benché l’ufficio sia provvisto di 7 sportelli, i cittadini lamentano lunghezze nello sbrigare le pratiche, attese di 45 minuti per una raccomandata. Luisa Carminati, direttrice dell’Ufficio postale di Seriate, ha sottolineato: «Questo si registra soprattutto i primi giorni del mese, nelle fasce orarie dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19, in prossimità di scadenze o riscossioni pensionistiche. Per evitare questi picchi, chiediamo alla clientela di non concentrarsi all’inizio di ogni mensilità».

La replica del sindaco Saita: «Spesso però non sono funzionanti tutti gli sportelli. Se siamo al servizio del cittadino, dobbiamo garantirlo e con il sorriso». A questa segnalazione è sopraggiunta la dichiarazione d’intento di Maria Carla Brunori: «Vedremo di rivedere la programmazione delle ferie e del personale agli sportelli e puntare sempre a incentivare la motivazione lavorativa dei nostri collaboratori, risorsa importante, così come l’accoglienza del cliente».

Al termine dell’incontro, svoltosi in un clima di dialogo e collaborazione, il sindaco Silvana Santisi Saita si augura che le promesse vengano mantenute: «Da questo tavolo ci alziamo promettendoci un servizio di qualità, garantendo distribuzione postale e riorganizzazione del personale agli sportelli. Speriamo di voltare pagina nell’annosa storia postale cittadina».

k.manenti

© riproduzione riservata