Mercoledì 27 Gennaio 2010

Centostazioni: la Lega e Pd
chiedono l'intervento del ministro

«Sollecitare la società Centostazione SpA alla realizzazione in tempi brevi del progetto di riqualificazione della stazione ferroviaria di Bergamo». E' quanto chiedono i parlamentari della Lega Nord, Giacomo Stucchi, Ettore Pirovano, Nunziante Consiglio e Pierguido Vanalli, in una interrogazione a risposta scritta al Ministro per le Infrastrutture.

I parlamentari leghisti, nella richiesta, ripercorrono le tappe del progeotto presentato da Centostazioni (società per azioni mista, costituita dal gruppo Ferrovie dello Stato e da Archimede 1) nel 2008, approvato nel dicembre dello stesso anno dalla Commissione Edilizia del Comune di Bergamo.

Nel marzo 2009 la società aveva quindi ricevuto il via libera per l’esecuzione dei lavori e il 29 dicembre 2009 ha fatto richiesta di prorogare di altri sei mesi il termine per l’inizio dei lavori di riqualificazione della stazione ferroviaria di Bergamo.

«A quasi un anno di distanza dalla data prevista di inizio dei lavori - scrivono i parlamentari - migliaia di persone, tra le quali vi sono anche diversamente abili e anziani, nonché pendolari attendono la realizzazione del progetto; la stazione ferroviaria di Bergamo versa attualmente in uno stato di limitata funzionalità e di scarso decoro, nonché del tutto inadeguata alle esigenze dell’utenza». Nell'interrogazione si ricorda inoltre che «sono in programma a Bergamo già a partire dalla primavera 2010 alcune manifestazioni nazionali che porteranno nelle città migliaia di visitatori, provenienti da tutto il territorio, che userebbero la stazione ferroviaria, attualmente del tutto impreparata e inadeguata a tali eventi».

A fronte di tale situazione, nonostante le sollecitazioni  dell’attuale Amministrazione comunale, la società Centostazioni SpA non ha ancora dato seguito agli impegni assunti. Per questo motivo i parlamentari chiedono al ministro «quali iniziative intenda intraprendere al fine di sollecitare la società Centostazione SpA alla realizzazione in tempi brevi del progetto di riqualificazione della stazione ferroviaria di Bergamo».

Sulla questione interviene anche il parlamentare bergamasco Antonio Misiani (Pd):"Centostazioni deve essere fatta tornare sui suoi passi: la stazione di Bergamo è in una condizione indecorosa, è un pessimo "biglietto da visita" per la città che ospiterà tra pochi mesi l'adunata nazionale degli Alpini. Il Sindaco, su sollecitazione dell'opposizione, è finalmente intervenuto chiedendo l'interessamento dei parlamentari bergamaschi. Per quanto riguarda il PD, siamo pronti a fare la nostra parte: oggi abbiamo depositato un'apposita interrogazione al Ministro delle Infrastrutture. Ma su questa vicenda la responsabilità di cambiare le decisioni di Centostazioni ricade in primo luogo sul PDL e la Lega Nord, che governano a Bergamo così come a Milano e Roma. Speriamo che si concretizzi qualche risultato. Bergamo ha già perso la nuova Accademia della Guardia di Finanza, ed è sempre più forte l'impressione che il PDL e la Lega Nord di Bergamo a Roma non contino un fico secco e che l'egemonia della destra in tutti i livelli di governo non produca nulla di buono per il nostro territorio".

a.ceresoli

© riproduzione riservata