Mercoledì 27 Gennaio 2010

Le opposizioni di PalaFrizzoni:
scelta condivisibile ma tardiva

«La decisione della Giunta comunale di Bergamo di chiudere al traffico la città domenica 31 gennaio, in considerazione della gravissima situazione di inquinamento atmosferico, è condivisibile anche se tardiva». Lo dicono in un comunicato stampa le opposizioni di Palazzo Frizzoni, in un documernto firmato da Lista Bruni, Pd, Udc, Verdi e Idv.

«Ma il doveroso provvedimento adottato - prosegue il comunicato - rischia di essere poco efficace se non esteso ad un area territoriale più ampia e se rimarrà occasionale. Sorprende la latitanza della Provincia ma, soprattutto, della Regione che dopo essersi esercitata per anni in tavoli di coordinamento delle istituzioni locali interessate, quest’anno rimane del tutto inerte, pur a fronte di una situazione particolarmente grave».

«Dopo che la città di Bergamo ha dato il via al provvedimento di chiusura, bene farebbe il Sindaco nell’ambito della conferenza permanente della Grande Bergamo, strumento fino ad ora colpevolmente trascurato dall’Amministrazione comunale in carica, ad esercitare un’azione di sensibilizzazione e di coordinamento nei confronti dei comuni dell’area critica, facendo in modo che non sia solo il Comune capoluogo a farsi “carico” di provvedimenti per la salute dei cittadini, ancorchè emergenziali, nell’attesa di provvedimenti strutturali obbligatori e necessari per la salvaguardia del benessere della collettività».

a.ceresoli

© riproduzione riservata