Lunedì 01 Febbraio 2010

Tutta la valle nella chiesa di Zogno
In 2000 all'addio a Edo e Simone

Almeno duemila persone hanno accompagnato i feretri di Simone Pesenti di Ubiale ed Edoardo Moioli di Brembilla verso la chiesa parrocchiale di Zogno per l'ultimo mesto addio. Amici e compagni dei due giovani si sono stretti attorno ai familiari e parenti delle vittime. Non sono mancate scene di commozione e pianto per le due vite spezzate nel terribile incidente di giovedì sera a Botta di Sedrina.

Tutta la valle si è come riversata nella chiesa parrocchiale di Zogno a testimoniare la grande partecipazione al dolore. Al rito funebre - presieduto dai parroci di Brembilla don Angelo Domenghini, di Ubiale don Claudio Borella e di Zogno don Angelo Vigani, con altri sacerdoti del vicariato - hanno preso parte tutti i ragazzi della quinta M-O, la classe dell'Ipia di Zogno frequentata da Simone ed Edoardo, oltre ai sindaci di Ubiale e Brembilla e a un gruppo di alpini. Emanuele Moioli, il fratello gemello di Edoardo "Dodo" presta infatti servizio in Valle d'Aosta da diversi mesi per frequentare il centro di addestramento alpino.

Nel corso dell'omelia, don Angelo Domenghini si è rivolto proprio ai due giovani morti esortando loro a parlare al cuore dei genitori e degli amici per consolarli per la loro prematura dipartita dal mondo terreno. Dopo le letture e il vangelo, alcuni studenti del Turoldo hanno rivolto un toccante saluto ai giovani. «Dopo tanti anni trascorsi assieme - ha detto una ragazza - è triste vedere i vostri banchi di scuola vuoti. Nel giorno della maturità, il primo pensiero sarà rivolto a voi e volgeremo i nostri sguardi al cielo come per cercare la vostra presenza».

Dopo il rito funebre, la salma di Dodo è stata trasferita al cimitero di Camarone, mentre la salma di Simone è stata tumulata nel camposanto di Ubiale Clanezzo.

e.roncalli

© riproduzione riservata