Sabato 06 Febbraio 2010

Vertova, furgone finisce nel canale
Paura per un artigiano di 62 anni

«Per fortuna ho avuto sangue freddo». Sorride l'artigiano di 62 anni di Vertova che sabato mattina, mentre scendeva con il furgone da Colzate, è finito in un canale profondo un metro e 60. La brutta avventura è passata grazie a un uomo che gli ha lanciato una fune, permettendogli di uscire dal finestrino e di mettersi in salvo.

Tutto è successo alle 9 a Vertova, in via Canale, una strada secondaria e per alcuni tratti sterrata. L'artigiano, che stava scendendo verso il paese, improvvisamente ha perso il controllo del furgone Nissan cassonato, forse a causa del ghiaccio sull'asfalto. Ha sfondato una rete metallica, un muretto di 15 centimetri ed è finito nel canale di derivazione dell'acqua, che serve alcune aziende tessili della zona. La corrente era forte e l'uomo ha urlato per chiedere aiuto.

Da un'abitazione di via Canale si è affacciato un uomo che lo ha soccorso con una grossa fune, riuscendo a tirare il furgone vicino alla sponda. In questo modo, l'artigiano è potuto uscire dal finestrino e raggiungere la terraferma senza nemmeno bagnarsi le scarpe. Lanciato l'allarme al 115, sono intervenuti i vigili del fuoco di Gazzaniga e Clusone che hanno estratto il furgone dall'acqua con una gru. Per i rilievi sono intervenuti i carabinieri della stazione di Gandino.

k.manenti

© riproduzione riservata