Lunedì 08 Febbraio 2010

«Sinistra con Vendola»
I candidati orobici

Nichi Vendola è un bell'aiuto per sdoganare e dare visibilità a una parte della sinistra italiana. È l'opinione dei candidati bergamaschi alle elezioni regionali di «Sinistra Ecologia Libertà con Vendola» che si sono presentati lunedì 8 febbraio, con tanto di nuovo simbolo dove è stato inserito il nome del governatore del sud.

«Si tratta - a sottolinearlo è stato Luciano Ongaro, coordinatore della conferenza stampa - dell'espressione del processo unitario iniziato nel variegato mondo della sinistra». Ecco la rosa di candidati, quasi tutti con una passata esperienza amministrativa, che scenderanno in campo a fianco di Partito Democratico e Italia dei Valori per sostenere, alla presidenza della Regione, Filippo Penati: Gino Gelmi, dirigente di cooperativa sociale e ex consigliere della comunità montana della Val Seriana Inferiore; Cecilia Brambilla, medico ginecologo; Roberto Carrara, ingegnere, esponente del comitato scientifico di Lega Ambiente e ex consigliere comunale di Bergamo; Giuseppe Cattalini, avvocato e ex assessore all'urbanistica del Comune di Lovere; Clementina Gabanelli, avvocato, docente di diritto e presidente del direttivo Cgil scuola; Diego Pippo, operaio, consigliere comunale di Chignolo d'Isola: Graziano Quadri, libero professionista e assessore al comune di Treviglio.

Sono tutti convinti, infatti, di poter coniugare anche nella nostra regione l'aspirazione di governo con la radicalità dei valori di sinistra. Alla Puglia il coordinamento bergamasco di «Sinistra Ecologia Libertà con Vendola» è convinto di poter ispirarsi anche per la battaglia contro la realizzazione di centrali nucleari, rilanciando piuttosto la costruzione di alternative energetiche che considerino la tutela dei livelli occupazionali con un occhio di riguardo per la green economy.

Il primo appuntamento ufficiale della squadra sarà mercoledì 10 febbraio, alle 20.45, al Caffè Letterario (via San Bernardino 53, a Bergamo) con un'assemblea pubblica.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata