Giovedì 11 Febbraio 2010

Controllore aggredito sul bus
da tre minorenni senza biglietto

Un controllore insultato e picchiato da tre minorenni che erano saliti sull'autobus senza biglietto. È successo martedì pomeriggio in via Broseta, sul pullman della «Autoservizi Locatelli» che parte dalla stazione di Bergamo in direzione di Ponte San Pietro. L'operatore dopo l'aggressione ha dovuto ricorrere alla cure del pronto soccorso, mentre i tre giovani – una ragazza e due ragazzi, tutti non ancora diciottenni – sono stati identificati dalla polizia prima di essere riaffidati alle loro famiglie senza provvedimenti giudiziari.

Tutto è successo pochi minuti dopo le 15,30 di martedì: l'autobus, partito dalla stazione, è passato per via Broseta e il controllore è salito a bordo per svolgere il suo normale servizio. Mentre saliva sul mezzo, l'operatore ha visto i tre giovani fuggire lungo il corridoio del pullman. Si è quindi avvicinato per verificare se avessero l'abbonamento o il biglietto: la prima a rifiutarsi di esibire il documento di viaggio sarebbe stata la ragazza, quindi avrebbero fatto la stessa cosa anche i due amici che erano con lei.

Ma i tre hanno anche cominciato a insultarlo e poi sono passati dalle parole ai fatti, picchiandolo con pugni in testa e nei fianchi. Il conducente del mezzo ha subito fermato l'autobus e alcuni dei circa trenta passeggeri presenti hanno cercato di calmare i ragazzi, purtroppo senza successo. La situazione si è calmata solo all'arrivo della polizia. I tre ragazzini – due italiani e un albanese – sono stati identificati e poi affidati alle rispettive famiglie senza provvedimenti giudiziari.
Per saperne di più leggi L'Eco in edicola giovedì 11 febbraio

k.manenti

© riproduzione riservata