Mercoledì 17 Febbraio 2010

Curno, una casa «levissima»
vicino alla piazza del Comune

Una «Domus levissima» per il centro di Curno: è questo il progetto, dello Studio Rame Architetture, che ha vinto il concorso indetto da Agogroup per la trasformazione di un lotto in pieno centro, nella piazza del Municipio. Il progetto è stato presentato sabato al Salone degli Immobili di Bergamo, ed è uno di quei segnali che vanno in controtendenza rispetto a un panorama evidente di crisi. Al concorso per Curno ha partecipato una novantina di studi di architettura di diversi paesi europei, ne sono stati preselezionati dieci e alla fine ha vinto il gruppo bergamasco.

A tema c'era la realizzazione di un edificio occupato da negozi a livello terra, al primo piano da uffici e chiuso da un esclusivo attico. Il palazzo è stato concepito secondo i dettami della più aggiornata architettura ecosostenibile, in «Classe A» dal punto di vista energetico. La «Domus levissima» di Curno sfrutta l'irraggiamento solare e la ventilazione naturale per garantire il caldo d'inverno e il fresco d'estate; la protezione dai raggi solari diretti e la privacy sulle terrazze sono garantite da teli scorrevoli rivestiti di tessuto per esterno, che d'inverno fanno entrare maggiormente i raggi del sole, d'estate li filtrano.

L'uso dell'energia fotovoltaica e il «solare termico» sono integrati in un sistema in grado di soddisfare per intero i consumi energetici della palazzina. Dal tetto è previsto il recupero dell'acqua piovana per irrigazione e usi domestici non alimentari. La Domus levissima ha una struttura in acciaio, leggera, che rende visibili tutte le sue funzioni statiche ma si può richiudere a seconda delle funzioni che deve svolgere.
Per saperne di più leggi L'Eco in edicola mercoledì 17 febbraio

k.manenti

© riproduzione riservata