Giovedì 18 Febbraio 2010

Blocco totale del traffico il 28?
I sindaci: «O tutti, o nessuno»

Blocco totale del traffico nel Nord Italia il 28 febbraio? Dai sindaci bergamaschi arriva una risposta chiara: «O tutti, o nessuno». Ma ci sono anche alcune eccezioni: come quella del primo cittadino di Treviglio, città nella quale - proprio domenica 28 - si festeggia la ricorrenza della Madonna delle Lacrime.

E in attesa del vertice di venerdì - convocato a Milano su iniziativa Anci con tutti gli amministratori di Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna - a Bergamo lo smog non cala, nonostante la pioggia. In città la centralina di via Garibaldi ha segnalato 64 microgrammi di polveri sottili, sopra il limite massimo che è fissato a 50. Valori simili sono segnalati a Calusco e Treviglio, mentre le altre centraline sono appena sotto il limite.

Sulla necessità di fare qualcosa i sindaci bergamaschi sono tutti d'accordo, anche perché questa volta la scusante della mancanza di tempi tecnici - che era stata opposta nel 2009 quando si verificarono le stesse condizioni - questa volta non c'è. Vediamo allora le varie posizioni.

Bergamo, assessore all'Ambiente ed Ecologia, Massimo Bandera
«Vedremo cosa succede venerdì a Milano, poi riferirò lunedì a tutti i Comuni dell'area critica. Comunque se si deciderà per il blocco totale, con disposizione della Regione, tutti dovranno aderire. Se invece ogni Comune dovrà decidere in autonomia, auspico che tutti aderiscano».

Seriate, sindaco Silvana Santisi Saita
«Siamo favorevoli, anche se restiamo convinti che serva poco a far diminuire l'inquinamento. È comunque un segnale per dare visibilità al problema».

Torre Boldone, sindaco Claudio Sessa
«Uno stop generale avrebbe senso, ma la decisione deve essere condivisa e unanime».

Gorle, sindaco Marco Filisetti
«Siamo favorevoli al blocco totale del 28 febbraio, e ci adegueremo alle decisioni che verranno prese».

Azzano San Paolo, sindaco Simona Pergreffi
«Aspettiamo di sentire quello che sarà deciso domani, ma sono convinta che serva un progetto di ampio respiro».

Orio al Serio, sindaco Gianluigi Pievani
«Aspettiamo le comunicazioni ufficiali di lunedì, ma è auspicabile, vista la situazione, che tutti aderiscano».

Treviglio, sindaco Ariella Borghi
«Sono d'accordo, per l'aria bisogna fare qualcosa: ma a Treviglio il 28 febbraio si celebra la festa della Madonna delle Lacrime, che richiama ogni anno migliaia di persone. È un momento troppo importante per la città, e bisognerà trovare un altro momento per il blocco».

Alzano Lombardo, sindaco Roberto Anelli
«Se il blocco sarà totale, aderiremo. Ma chiedo che sia garantito il libero accesso all'ospedale e alla casa di cura, per ammalati e loro parenti».


r.clemente

© riproduzione riservata