Venerdì 19 Febbraio 2010

Molestie a una 15enne sul bus
Patteggia un anno e due mesi

A dicembre 2009 aveva molestato una quindicenne sull'autobus, allungando le mani e toccandola: venerdì mattina, davanti al giudice dell'udienza preliminare Raffaella Mascarino, un albanese di 32 anni di Antegnate, regolare e incensurato, assistito dall'avvocato Gianfranco Brancato ha patteggiato un anno e due mesi di reclusione, con pena sospesa.

L'episodio risale al 4 dicembre 2009, su un autobus della Sab diretto a Bergamo: il trentaduenne e la ragazza erano entrambi seduti nei posti in fondo al bus e l'uomo, secondo le contestazioni, prima aveva tentato un approccio verbale e poi l'aveva stretta contro il sedile, senza che gli altri passeggeri si accorgessero di quanto stava accadendo, allungando le mani e toccandola.

Dopo alcuni minuti la ragazza era riuscita a scappare via, raggiungendo il conducente dell'autobus e informandolo dell'accaduto. L'autista a quel punto aveva optato per una fermata fuori programma, proprio davanti al comando della polizia locale di Seriate: gli agenti, informati dell'episodio, avevano arrestato il giovane per molestie sessuali.

k.manenti

© riproduzione riservata