Lunedì 01 Marzo 2010

Andrea Tremaglia si presenta:
«Ho tanta voglia di lavorare»

Una candidatura nel segno della “responsabilità e dell'impegno per il futuro”: Giorgia Meloni, ministro della Gioventù, è intervenuta a Bergamo ad un incontro organizzato dal Pdl per sostenere Andrea Tremaglia, candidato alle prossime elezioni regionali. All'incontro, coordinato da Danilo Minuti, assessore all'istruzione e alle politiche giovanili del Comune di Bergamo, hanno partecipato, tra gli altri, i parlamentari Mirko Tremaglia, Gregorio Fontana, coordinatore provinciale del Pdl, Alessandra Gallone, vice coordinatore, e l'europarlamentare Carlo Fidanza.

Se Fontana ha rimarcato “la volontà del Pdl di valorizzare i giovani sia nel Governo che sul territorio”, Gallone ha posto l'accento “sull'impegno di Andrea Tremaglia di portare avanti le istanze dei giovani; la sua candidatura è il segno di quanto i giovani hanno a cuore il futuro del partito”.

Fidanza ha sottolineato la necessità di un “forte collegamento tra il territorio e i vari livelli di governo negli enti locali. È importante realizzare un collegamento virtuoso che permetta di sfruttare le migliori opportunità che arrivano anche dall'Europa. La presenza di giovani nel governo del territorio è garanzia di qualità dei nostri progetti e rappresenta un contributo alla costruzione del partito”. “La scelta dell'impegno politico da parte di un giovane – ha aggiunto il ministro Meloni – richiede molto più coraggio che in passato. Oggi i giovani vogliono assumersi le proprie responsabilità e la politica è lo strumento per dare concretezza agli ideali nei quali si crede”. Il ministro ha proseguito sottolineando la “volontà di lavorare per costruire un'alternativa al disimpegno. Per questo servono ragazzi che sappiano misurarsi con l'impegno politico. L'onestà, la pulizia, la passione sono gli elementi che possono fare la differenza: per questo occorre investire sui giovani”.

Andrea Tremaglia ha posto l'accento sulla volontà di “portare avanti istanze ed esigenze della realtà bergamasca. Occuparsi di giovani significa rispondere ai loro bisogni nel mondo della scuola, dell'università, del lavoro: occorre dare loro la concreta possibilità di progettare il proprio futuro prevedendo aiuti per quanti vogliono entrare nel mondo del lavoro in modo stabile e sostenendo le aziende”. Tremaglia ha concluso sottolineando il significato della propria candidatura come “un'assunzione di responsabilità e il segnale concreto di tanta voglia di lavorare”.

G. Ra.

a.ceresoli

© riproduzione riservata