Lunedì 22 Marzo 2010

Nel libro «Progetto Bergamo 2015»
cinque anni di trasformazioni

Bergamo crescerà nella tradizione, ma con il coraggio di qualche scelta importante: come un nuovo accesso a Città Alta. Lo ha sottolineato il sindaco, Franco Tentorio, durante la presentaziione del volume «Progetto Bergamo 2015» che si è tenuta allo spazio Viterbi della Provincia. Il libro è stato curato da Pietro Baracchetti e Gianfederico Belotti ed è edito da Baskerville e Momaeditrice.

Raccoglie tutti i cambiamenti che sono attesi nella nostra città prima dell'Expo. Non è un libro dei sogni - ha sostenuto il direttore de L'Eco di Bergamo, Ettore Ongis - ma racconta come si dovrebbe trasformare Bergamo da qui al 2015: un volume nato dalla passione degli autori, per la città e per il loro lavoro, e grazie alla trasparenza delle amministrazioni comunale e provinciale, che hanno messo a disposizione tutte le carte dei progetti attesi nei prossimi cinque anni.

Al fianco del sindaco Tentorio c'erano gli assessori Andrea Pezzotta (Urbanistica) e Tommaso D'Aloia (Politiche della casa ed Edilizia) insieme a Giorgio Cavagnis, coordinatore del Pgt. Per la Provincia era presente l'assessore Silvia lanzani (Grandi infrastrutture ed Expo) che, a proposito di Porta Sud, ha voluto ricordare che la volontà per realizzare la nuova sede dell'amministrazione provinciale c'è, ma che mancano i fondi.

r.clemente

© riproduzione riservata