Lunedì 05 Aprile 2010

Cene, rogo distrugge metà tetto
Casa inagibile, fuori madre e 2 figli

Un incendio, provocato dal surriscaldamento della canna fumaria, ha bruciato 80 metri quadrati di tetto di un'abitazione di recente costruzione a Cene, in via De Gasperi 27. Fortunatamente i padroni di casa, una mamma con due figli, si sono accorti subito e hanno lanciato l'allarme ai vigili del fuoco.

E' successo alle 20.45: la casa, due piani più la mansarda, è stata dichiarata inagibile e i danni sono ingenti. Sono andati distrutti 80 dei 150 metri quadrati di tetto: sul posto sono intervenute due squadre di vigili del fuoco di Gazzaniga e due di Bergamo con un'autoscala. Le operazioni di spegnimento sono proseguite fino a mezzanotte.

La famiglia è riuscita a limitare i danni agli arredi della mansarda, anneriti dal fumo: hanno portato via i vestiti e tutto ciò che avrebbe potuto danneggiarsi con il calore e con l'acqua. Negli altri due piani è filtrata l'acqua utilizzata dai pompieri per spegnere il fuoco, ma il danno maggiore è il tetto, distrutto per oltre la metà. Domenica pioveva e i vigili del fuoco hanno provveduto a ricoprire la parte scoperta con i teli.

Per un sopralluogo sono intervenuti anche i carabinieri di Albino. La famiglia dovrà trovare un'altra sistemazione fino a quando il tetto non sarà riparato.

k.manenti

© riproduzione riservata