Mercoledì 07 Aprile 2010

Seriate, Comune e negozianti
contro i sacchetti di plastica

Consegnare gli acquisti sfusi o incartati; dare il sacchetto solo se richiesto; mettere in vista borse riutilizzabili; incentivare chi ha una borsa con complimenti, piccoli sconti, tessere di raccolta punti che potrebbe dare diritto all'omaggio di una borsa. Con questi consigli in una lettera ai commercianti, il Comune di Seriate entra nel vivo dell'adesione all'iniziativa nazionale «Porta la Sporta» e alla settimana nazionale di sensibilizzazione dal 17 al 24 aprile. L'Amministrazione comunale è in prima linea per incentivare l'uso di borse in materiale naturale per la spesa, in sostituzione del fin troppo abusato sacchetto di plastica. Il primo adempimento è l'invito ai commercianti seriatesi, piccoli e grandi, a comunicare entro sabato la propria adesione alla campagna. «Ogni commerciante ha ricevuto una lettera – informa l'assessore all'Ambiente Achille Milesi – in cui si spiega che dal 17 al 24 si vuole attivare la sostituzione del sacchetto di plastica con borse riutilizzabili».

La lettera spiega che il commerciante aderente riceverà dal Comune alcune locandine per invitare i consumatori a servirsi di borse naturali; riceverà adesivi da esporre; sarà informato sulle aziende che forniscono a costo ridotto borse riutilizzabili di juta o cotone da offrire o vendere ai clienti; verrà inserito nell'elenco «Commercianti virtuosi» sul sito internet comunale. Info ambiente@comune.seriate.bg.it, tel. 035/304327, 035/304266.

Milesi informa: «Abbiamo coinvolto i commercianti, i cittadini che pagano la tassa rifiuti, i dipendenti comunali, gli scolari di scuola primaria in collaborazione con il Plis Serio Nord». I cittadini iscritti alla Tarsu riceveranno una borsa gratis presentandosi al 17 al 24 agli uffici comunali del servizio Ambiente. Fra i dipendenti comunali sarà promosso via intranet un concorso di idee per creare uno slogan promozionale sull'uso della sporta. Il migliore, giudicato dalla Giunta, sarà utilizzato nella campagna informativa cittadina su locandine, adesivi, annunci. I dipendenti comunali, inoltre, compileranno via intranet un test sul grado di conoscenza e di sensibilità ambientale. Il coinvolgimento delle scuole primarie pubbliche avviene tramite bando. Gli scolari, singolarmente o con la classe, devono sviluppare il tema con disegni, cartelloni, fumetti, collage, «ma soprattutto – precisa Milesi – dovranno far risaltare l'importanza di contrastare l'uso della plastica». Consegna elaborati entro il 23 aprile ai comuni del Plis Serio Nord.

e.roncalli

© riproduzione riservata