Domenica 11 Aprile 2010

Terno, basta code all'anagrafe
Spostato lo Sportello immigrati

Riapre lunedì 12 aprile nel centro parrocchiale di Terno d'Isola, nei nuovi locali del Centro di primo ascolto Caritas inaugurati ai primi di novembre 2009, lo sportello immigrazione per gli stranieri che risiedono in paese. Un servizio a cui possono fare riferimento circa un migliaio gli stranieri su una popolazione di 7.500 residenti.

Il provvedimento fa seguito alla decisione dell'Amministrazione comunale di non far svolgere più all'ufficio anagrafe il servizio delle pratiche amministrative per gli stranieri. Il Comune ha deciso di non rinnovare la convenzione con l'Azienda consortile e quindi il servizio Sportello immigrazione verrà svolto nel Centro di ascolto Caritas al centro parrocchiale: sarà aperto ogni lunedì dalle 9 alle 12, e sarà sempre presente l'operatore David Mazzoleni, che dipende dalla Caritas.

La decisione è nata dal fatto che il lunedì mattina, giorno di apertura dello "Sportello immigrazione", l'ufficio anagrafe era preso d'assalto dagli stranieri e il cittadino ternese che necessitava di un documento non riusciva ad accedere allo sportello ed era costretto a ripassare il giorno dopo.

Il sindaco Corrado Centurelli sottolinea: «Col provvedimento si è voluto inviare un segnale alla nostra gente. I servizi, se vi sono, devono privilegiare i ternesi e le risorse devono essere usate principalmente per loro. Comunque il personale comunale sarà sempre a disposizione degli stranieri, evidenziando che per ogni necessità gli extracomunitari interessati possono assolvere le loro pratiche in Questura».
Per saperne di più leggi L'Eco in edicola lunedì 12 aprile

k.manenti

© riproduzione riservata