Lunedì 12 Aprile 2010

Borghi storici: è baby boom
Nel 2009 aumentate le nascite

Più nascite nel 2009 rispetto al 2008 a Bergamo, soprattutto nella zona del centro città. Il trend in crescita conferma così alcune tendenze mosse soprattutto dal fenomeno migratorio: nel 2009 il numero di bambini nati a Bergamo risulta pari a 1082, rispetto ai 1013 del 2008. Questi i dati emersi dal Piano programma 2010 dell'Istituzione per i servizi alla persona, la cui proposta di deliberazione é stata approvata giovedì a Palazzo Frizzoni dalla 4ª commissione permanente, insieme al Bilancio economico preventivo 2010 e al Bilancio economico triennale 2010-2012.

In particolare i quartieri che hanno registrato al 31 dicembre dell'anno scorso un maggiore aumento del numero di bambini presenti rispetto al 2008 sono Borgo Palazzo (da 80 bambini nati nel 2008 a 101 nel 2009), Colognola (da 36 a 57) e Borgo Santa Caterina (da 52 a 68); segno meno invece per Boccaleone (da 36 a 26) e Longuelo (da 27 a 18). Molto importante anche il fenomeno della mobilità territoriale per quanto riguarda la città di Bergamo, dove il fenomeno ha assunto in questi anni un'ottica sorprendente: circa un quinto dei bambini tra gli zero e i sei anni ha già vissuto un trasloco, venendo ad abitare a Bergamo provenienti con la loro famiglia da un altro comune (il 25% dei bambini di cinque anni ha già vissuto uno o più traslochi).

Per quanto riguarda bambini e famiglie che sono venuti ad abitare a Bergamo provenendo da un Paese straniero, tra i 7.179 bambini di età compresa tra gli 0 e i 6 anni e residenti in città a fine 2009 é stato rilevato che ve ne erano 322 (il 4%) per i quali Bergamo é stata ed é la prima esperienza di integrazione culturale e sociale con la cultura italiana. Ben 55 le nazionalità presenti, con predominanza di bambini provenienti dalla Bolivia (56), dalla Romania (40) e dal Bangladesh (24).

e.roncalli

© riproduzione riservata