Supermercati, è made in Bergamo
l'antifurto che macchia i soldi

Supermercati, è made in Bergamo l'antifurto che macchia i soldi
I ladri entrano nel supermercato, scassinano la cassa ma entra in funzione un dispositivo che macchia tutte le banconote e li costringe alla fuga a mani vuote. E' successo la notte tra domenica e lunedì a Roma, al Gs di via Prenestina Nuova: una volta all'interno, i ladri hanno scassinato il contenitore metallico con i soldi ma è entrato in funzione un innovativo servizio di sicurezza realizzato dalle Bcc in collaborazione con Sicurtecna e la ditta Else di Bergamo.

Immediatamente il sistema di macchiatura dei biglietti si è attivato: non conoscendo il «Moneypos», anche perché è una novità a livello mondiale, hanno comunque rimosso il contenitore, che è stato rinvenuto a breve distanza con tutte le banconote irrimediabilmente macchiate di rosso.

Il sistema di sicurezza made in Bergamo è una novità a livello mondiale appositamente realizzata per il mercato retail: protegge i valori dal momento in cui vengono incassati fino a quando sono consegnati alla banca destinataria. Una volta introdotte le banconote nella cassa, le somme vengono immediatamente verificate e considerate come versate sul conto corrente bancario: tutti i rischi non sono più a carico dell'esercente, essendo immediatamente assicurate. A ore determinate, il portavalori ritira il cassetto di sicurezza all'interno della cassaforte e lo sostituisce con uno vuoto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA