Venerdì 16 Aprile 2010

Furti nei cantieri edili
quattro in manette a Dalmine

Ricettazione in concorso e riciclaggio : con queste accuse sono finiti in carcere quattro bergamaschi - due di Costa Volpino, uno di Dalmine e uno di Romano - mentre un altro - un elettrauto, anch'egli di Costa Volpino - è stato denunciato a piede libero. L'operazione è stata fatta dagli agenti della Polizia Stradale di Seriate al termine di una serie di indagini su alcuni furto di mezzi generalmente utilizzati nei cantieri edili.

Nei giorni scorsi, gli agenti della Stradale avevano trovato una ruspa «Merlo» in un campo di Dalmine, nei pressi di via Martiri di Cefalonia, rubato lo scorso 2 aprile in un cantiere di Lallio. Han così deciso di tenerlo sotto controllo per vedere chi sarebbe venuto a «ritirarlo».

Nel primo pomeriggio di giovedì, all'«appuntamento» si sono presentati in cinque, che, dopo aver armeggiato un po' attorno al mezzo, l'hanno messo in moto con l'intenzione di caricarlo su un autocarro color bianco, risultato anch'esso rubato, e sul quale era stata applicata una targa rubata da un'auto a Sarnico.

A questo punto sono entrati in azione gli agenti, bloccando il gruppetto, trovato anche in possesso di una serie di strumenti per aprire gli automezzi da cantiere e per metterli in funzione.

Per quattro sono scattate le manette, mentre per l'elettrauto la denuncia a piede libero: non è chiaro, infatti, se fosse un complice dei ladri o se fosse stato fatto intervenire solamente per avviare il mezzo tenendolo all'oscuro di tutto.

a.ceresoli

© riproduzione riservata