Lunedì 19 Aprile 2010

Lo stadio nel parco agricolo
Anche Treviolo è contrario

Anche Treviolo dice no allo stadio e sta con il comitato per la salvaguardia del parco agricolo-ecologico di Bergamo-Stezzano. La posizione, condivisa con altri comuni limitrofi è emersa durante l'assemblea pubblica del comitato.

«Il comune di Treviolo - dice il sindaco Gianfranco Masper - non fa parte dell'area del parco ed è toccato solo marginalmente dai cambiamenti che riguardano questa fetta di territorio. Tuttavia condividiamo gli obiettivi del comitato e, come i comuni di Lallio e Stezzano, abbiamo deciso di concedere uno spazio ai suoi membri perché potessero esprimere i loro i timori sul futuro del parco».

Un futuro quanto mai incerto, a sentire i relatori, soprattutto da quando al comune di Bergamo si parla di collocare in quest'area il nuovo stadio della città. «Un impianto sportivo di questa portata - dice Lorenzo Cortinovis, presidente del comitato - destabilizzerebbe completamente un'area che la Regione Lombardia ha già definito "critica", ossia soggetta a un inquinamento eccessivo.

«Alle amministrazioni di Lallio, Stezzano, Osio Sotto e Dalmine, che già si sono dette contrarie alla realizzazione dello stadio in questa zona della città, ora si aggiunge anche quella di Treviolo». Leggi di più su L'Eco di martedì 20 aprile.


m.sanfilippo

© riproduzione riservata