Giovedì 29 Aprile 2010

Adiconsum: no a emendamenti
contro la restituzione Iva rifiuti

«La sentenza della Corte Costituzionale ha stabilito in modo inequivocabile che la Tia, tariffa di igiene ambientale, è una tassa e come tale non vi va applicata alcuna maggiorazione del 10% di Iva. La questione riguarda molti Comuni della Bergamasca, compreso Bergamo dove in questi ultimi anni si è passati dalla "tassa" rifiuti alla "tariffa", con un aggravio dell'Iva a carico delle famiglie».

«Centinaia sono state le famiglie bergamasche che si sono rivolte ad Adiconsum, per chiedere la restituzione dell'Iva impropriamente versata. Ma tutte le pressioni esercitate per ottenere la restituzione di quanto pagato e non dovuto dalle famiglie sono state vane. Ancora una volta assistiamo ad un film già visto: quando c'è in ballo la restituzione di crediti a favore delle famiglie (vedi telefonia e assicurazioni), il legislatore corre subito ai ripari per annullarli».

«Un film che rischia di ripetersi ancora oggi, poiché alla Commissione Finanze e alla Commissione Attività Produttive sono stai presentati da parte del deputato Pdl e assessore al Bilancio del Comune di Roma, Maurizio Di Leo,emendamenti per azzerare questo credito nei confronti delle famiglie. Adiconsum esprime la propria contrarietà a questo emendamento e invita il Parlamento a trovare formule alternative che prevedano comunque la restituzione alle famiglie, anche, ad esempio, attraverso la compensazione nella dichiarazione dei redditi».
 

m.sanfilippo

© riproduzione riservata