Venerdì 30 Aprile 2010

Artistico intitolato ai due Manzù
«bergamaschi e internazionali»

Il liceo artistico di via Tasso è stato intitolato ufficialmente a Giacomo e Pio Manzù nel corso di una cerimonia, venerdì 30 aprile, a cui hanno partecipato la moglie di Pio Manzù, Eleonora, con i figli Francesca e Giacomo, il sindaco Franco Tentorio, l'assessore alla Cultura della Provincia Giovanni Milesi, il dirigente scolastico provinciale Luigi Roffia, il preside Cesare Quarenghi, la vicepreside Patrizia Giaveri e la direttrice della Gamec Cristina Rodeschini.

Durante la cerimonia è stato scoperto il logo che rappresenta una sorta di teatro greco in versione post-moderna, il cui bozzetto è stato realizzato da una ex studentessa, Maria Grazia Turani, mentre la versione definitiva è stata opera delle studentesse Eleonora Chiesa e Simona Andrioletti che si sono avvalse del supporto del professore Elio Bianco. Il logo e l'intitolazione, in marmo, sono stati donati dalla ditta Remuzzi.

Il concetto generale che è stato sottolineato è l'importanza dell'esperienza estetica, ovvero del bello, all'interno di una comunità civile. L'intitolazione a Giacomo e Pio Manzù, il padre scultore e il figlio grafico, due generazioni unite, è stata spiegata con le radici bergamasche dei due artisti e con il valore nazionale e internazionale delle loro opere.

Infine, il preside Quarenghi (responsabile del liceo da febbraio) ha voluto ringraziare l'ex preside Gabriella Lo Verro perché è stata lei una delle grandi artefici dell'intitolazione dell'Artistico.



m.sanfilippo

© riproduzione riservata