Venerdì 30 Aprile 2010

Furti e rapine nella Bergamasca
A Grone via 400 quintali di ferro

Razzia di furti nella Bergamasca nel corso della notte tra giovedì 29 e venerdì 30 aprile. A Grone, in via Acqua sparsa, i soliti ignoti hanno «visitato» la «Bp Service» e la «Tema Srl» - due aziende attigue separate da un piazzale comune, portandosi via quatrocentoquintali di ferro e di motori dalla prima e cinquanta quintali di acciao grezzo dalla seconda, per un valore complessivo di cinquemila euro.

A Medolago invece, poco dopo la mezzanotte di giovedì, i ladri hanno messo a segno un colpo ai danni del negozio di biancheria intima «La bottega di Lori», in via Italia, portando via numerosi capi d'abbigiamento, lasciati poi inspiegabilmente abbandonati nell'auto usata per il colpo, una Ford Mondeo risultata rubata.

A Mornico al Serio, un 40enne di Calcinate ha denunciato ai carabinieri di essere stato rapinato - in circostanze non ben specificate - da un transessuale. Nel portafoglio ha dichiarato ai militari che aveva 1.500 euro.

A Treviglio, invece, un quarto d'ora dopo la mezzanotte di giovedì, un 37enne marocchino è stato arrestato con l'accusa di rapina. L'uomo si sarebbe introdotto all'interno del bar «Boulevard» di via Alcide de Gasperi, a Treviglio, minacciando e rapinando della borsa l'incaricato di ritirare i soldi dalle macchinette dei videopoker, un 75enne della zona. Nella borsa c'erano le chiavi per aprire le macchinette, ma il malvivente non ha fatto in tempo a tornare sul luogo del delitto per utilizzarle, perché è stato fermato dai carabinieri e arrestato. La borsa e le chiavi sono state recuperate.
 

a.ceresoli

© riproduzione riservata