Giovedì 20 Maggio 2010

Sul tetto a controllare l'antenna
Chignolo, 68enne cade e muore

È salito sul tetto per controllare l'antenna, ma ha perso l'equilibrio ed è precipitato al suolo. Il volo è stato purtroppo fatale ad Angelo Mazzoleni, pensionato di 68 anni di Chignolo d'Isola. La tragedia si è consumata intorno alle 17 di mercoledì, 19 maggio. Sull'ora in cui l'incidente si è verificato non c'è certezza.

Quello che è certo è che nell'abitazione dell'uomo, in via Leopardi, era intervenuto un antennista, probabilmente per le regolazioni necessarie per la televisione digitale terrestre. Quando il tecnico se n'è andato, Angelo Mazzoleni è salito sulla tettoia in cemento armato che copre l'ingresso, forse per recuperare qualche attrezzo o per verificare il lavoro eseguito.

Ma ha perso l'equilibrio: cadendo ha tentato di aggrapparsi alla grondaia, ma non c'è riuscito. Lo hanno trovato a terra, esanime, la moglie e la figlia rientrando a casa intorno alle 17,30, e hanno dato l'allarme.

Sul posto sono accorsi i mezzi e il personale del 118, che ha trasportato l'uomo al Policlinico di Ponte San Pietro. Poi però il pensionato è stato trasferito ai Riuniti di Bergamo, a causa dell'aggravarsi delle sue condizioni: inutili tutti i tentativi dei medici di salvarlo; l'uomo è morto nella tarda serata a causa dei gravi traumi riportati nella caduta.

Angelo Mazzoleni era in pensione da qualche anno: aveva lavorato alla Bergum di Chignolo, un'azienda meccanica ora chiusa. Lascia nel dolore la moglie, la figlia e il genero.

r.clemente

© riproduzione riservata