Lunedì 31 Maggio 2010

Il Pd: le scuole sono senza soldi
ma vantano crediti col Ministero

Il Partito Democratico ha indetto due conferenze, una provinciale e una regionale, per analizzare i problemi della scuola pubblica e sottolineare la gravità dei tagli di bilancio. Il convegno provinciale è in programma l'11 giugno, quello regionale il 18 giugno a Milano. L'iniziativa è stata presentata a Bergamo dall'onorevole Giovanni Sanga e dalla responsabile provinciale del Pd per il settore scuola, Francesca Bruschi.

In tutta Italia il Pd ha organizzato la giornata della scuola, in cui i parlamentari del Partito Democratico si sono recati nei vari istituti per avere il polso della situazione. Nella Bergamasca, ha sottolineato Sanga, ci sono istituti che vantano decine di migliaia di euro di credito da parte del Ministero e ora sono senza soldi, tanto che ci sono presidi che non sanno come pagare le supplenze e i compensi per i prossimi esami di stato.

Qualche numero: l'istituto Einaudi di Dalmine vanta addirittura 350 mila euro di credito, il Maironi da Ponte 282 mila, l'istituto comprensivo di Sant'Omobono 200 mila, quello di Verdellino 180 mila, così come il liceo Mascheroni e l'istituto comprensivo di Zanica 175 mila. 

Il commento di Sanga: «Oltre a essere economico, il problema è anche culturale e di interesse strategico. Mettere in ginocchio la scuola significa ostacolare la ripresa del Paese e il Pd sarà in prima linea perché ciò non accada».

m.sanfilippo

© riproduzione riservata