Lunedì 31 Maggio 2010

Gelato, a Bergamo 15 euro al kg:
in Lombardia si va da 12 a 24

Dai 12 ai 24 euro al chilo, è questo il valzer dei prezzi del gelato nei capoluoghi di provincia in Lombardia. La rilevazione è stata effettuata dalla Coldiretti Lombardia, nell'ultima settimana del mese di maggio, prendendo in considerazione solo i laboratori artigianali. Lodi e Sondrio hanno la «maglia rosa» della convenienza: con 12 euro al chilo in zona semicentrale che diventano 14 nel cuore della città, una cifra però ben lontana dai 24 euro al chilo che si pagano a Milano.

È chiaro che il prezzo viene influenzato dalla città, dalla posizione del punto vendita e dal personale impiegato, ma quasi tutte le gelaterie esaminate sottolineano l'alto livello degli alimenti usati per la preparazione, a cominciare dal vero latte italiano che diventa lo snodo strategico di una serie di gusti e creme.

Il report di Coldiretti Lombardia indica che a Bergamo in zona semi centrale un chilo di gelato artigianale costa 15 euro, mentre un cono medio è sui 2 euro. A Mantova i prezzi del cono sono compresi fra 1 a 3 euro, mentre al chilo si va da 13 a 15 euro. A Cremona si arriva a 20 euro al chilo in centro, a 17 euro non distante dal Comune e dalla Cattedrale e a 14 euro più in periferia, mentre i coni oscillano da 1.50 a 4 euro (quelli medi sono sui 2 euro e mezzo che diventano 2,20 in zone più decentrate).

A Milano si va dai 24 euro al chilo nell'area attorno a piazza Duomo ai 16 euro in zona tribunale. A Lodi il picco si raggiunge con i 14 euro del centro e si risparmiano 2 euro, scendendo a 12 al chilo, se si passa il “confine” della linea ferroviaria che divide in due la città. A Pavia in centro si pagano 16 euro al chilo e 2 euro per un cono. 

A Brescia 17 euro al chilo in zona semicentrale, con il cono medio a un euro e 70 centesimi. A Lecco  si pagano circa 15 euro al chilo, mentre a Como, dove in centro sul lungolago costa meno che in periferia, il gelato oscilla tra i 14 e i 18 euro al chilo con prezzo dei coni tra gli 1,70 e i 2 euro. A Varese si va dai 14 ai 16 euro, mentre a Sondrio si oscilla fra i 12 e i 14 euro, come a Lodi.

Il gelato è un alimento sano e gustoso che, in base ai prodotti usati, si adatta perfettamente alle diverse stagioni, commenta la Coldiretti Lombardia. Fra la primavera e l'estate c'è l'esplosione della frutta: dall'albicocca alla pesca, dal melone all'anguria, dalla ciliegia ai frutti di bosco. Ma anche in autunno e in inverno si possono usare le castagne, gli agrumi e la frutta secca. Senza trascurare il classico fiordilatte che è di stagione tutto l'anno.

In Lombardia ci sono oltre 6 mila laboratori artigiani di gelateria, con una spesa media per famiglia che nel Nord-ovest dell'Italia raggiunge i 94 euro all'anno, per un totale italiano che sfiora i 2 miliardi di euro.

r.clemente

© riproduzione riservata