Mercoledì 02 Giugno 2010

Lurano, quadri artistici
per i cartelli stradali

Cinque «quadri stradali» installati alle porte di Lurano per mostrare a tutti gli automobilisti di passaggio i luoghi più suggestivi del paese. Questo il progetto artistico a cui il sindaco Dimitri Bugini, appassionato d'arte, ha voluto dar vita per valorizzare il territorio di Lurano. Entrando in paese, sotto il cartello stradale che segnala il confine non si vedrà, come accade in altri comuni della provincia, un altro cartello con la scritta «Lörà», traduzione dialettale di Lurano. Bensì un quadro dell'artista milanese, ma residente a Lurano da anni, Domenico Palumbo, che lavora a Bergamo come fisiatra responsabile dell'unità operativa del dipartimento di riabilitazione del don Orione.

Il medico artista non è nuovo a questo modo avanguardistico di esporre le sue opere, alcune delle quali sono per esempio stampate su cartelloni pubblicitari lungo strade della province di Milano e Bergamo (uno, grande sei metri per nove e intitolato «Sole con farfalle notturne», si trova all'Oriocenter). Un modo di comunicare l'arte che ha subito conquistato il sindaco Dimitri Bugini: «Così l'ho contattato – spiega il primo cittadino – proponendogli il progetto al quale ha deciso di aderire con entusiasmo e dietro nessun compenso». I cinque «quadri stradali» raffigurano piazza Caduti, piazza Concordia, l'auditorium San Lino, via Mazzini e viale del santuario della Madonna delle quaglie, e sono stati installati ai cinque ingressi stradali del paese. Ciascun luogo è stato fotografato dall'artista, che ha poi rielaborato le immagini utilizzando tecniche digitali e manuali, introducendo cromatismi che rispecchiano le sensazioni che ogni luogo di Lurano ha suscitato in lui. Il risultato finale sono cinque quadri di grande espressività artistica, che anche gli automobilisti più distratti, entrando in Lurano, non potranno ignorare.

«Il nostro territorio – osserva il sindaco Bugini – è attraversato dalla provinciale 121. Questa strada fortunatamente passa al di fuori del centro abitato, preservandoci così dal traffico. Allo stesso tempo però sfortunatamente non permette agli automobilisti di passaggio di rendersi conto di quanto di bello c'è da vedere nel nostro paese. Attraverso le opere che abbiamo installato contiamo di mostraglielo». La realizzazione dei cinque «quadri stradali» è solo la prima parte di un progetto artistico più ampio. Il prossimo passo sarà l'installazione sulla piste ciclabile di Lurano di tredici opere sempre di Domenico Palumbo. Non raffigureranno però più luoghi del paese, bensì soggetti naturali. In particolare insetti, il cui mondo è sempre più fonte di ispirazione per l'artista. «L'idea di offrire a tutti la possibilità di fare una passeggiata cromatica – afferma l'artista – mi ha subito conquistato. Sposa infatti il mio concetto di spazio espositivo, che non deve essere al chiuso, bensì all'aperto, anche per comunicare la mia arte a un pubblico più vasto».

Concetto che l'artista spera che anche i Comuni confinanti a Lurano abbraccino «magari proseguendo con l'installazione di opere artistiche anche sulle piste ciclabili del loro territorio». Il progetto varato dal sindaco Bugini prevede, a partire dal prossimo anno scolastico, anche il coinvolgimento delle scuole del paese. Attraverso un concorso artistico verranno scelte tredici opere che poi andranno a sostituire sulle piste ciclabili quelle di Domenico Palumbo. Per maggiori informazioni sull'opera dell'artista, visitare il sito www.comunitarte.com.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata