Statale 42, per la variante
già rifatta l'aggiudicazione

Statale 42, per la variante già rifatta l'aggiudicazione

L'Anas ha rifatto l'aggiudicazione dell'appalto per la variante alla statale 42 tra Albano e Trescore: se non ci saranno nuovi intoppi, nel giro di un mese le carte dovrebbero far strada alle ruspe dell'impresa «Milesi geom. Sergio srl» di Gorlago. La stessa a cui l'Anas aveva aggiudicato i lavori a ottobre dell'anno scorso.

Due mesi dopo il Tar del Lazio aveva «congelato» il viaggio della variante per esaminare il ricorso presentato dall'impresa «Cavalleri» di Dalmine, arrivata seconda nella gara di assegnazione dei lavori. Il resto è storia del mese scorso, quando il Tribunale amministrativo ha accolto il ricorso e annullato l'aggiudicazione dei lavori all'impresa di Gorlago: il Tar eccepiva non sui contenuti, ma sulle modalità di aggiudicazione.

Ultimo atto, l'apertura di un nuovo procedimento: l'Anas ha annullato la precedente aggiudicazione, ha ripreso in mano il fascicolo, ha riesaminato le carte, cercando di rispondere alle richieste del Tar e il 28 maggio ha assegnato nuovamente l'opera alla «Milesi geom. Sergio», che proprio mercoledì ha ricevuto la comunicazione ufficiale dell'aggiudicazione definitiva.

Ora cosa succede? Se - e solo se - non ci saranno altre lungaggini, nel giro di un mese Anas e «Milesi geom. Sergio» andranno alla firma del contratto. Poi l'impresa ha tempo 60 giorni per presentare il progetto esecutivo. Poi un altro mese perché l'Anas lo approvi e dia il via ai lavori. Si passerà dunque alle ruspe, che avranno 720 giorni per raggiungere il capolinea del primo lotto, dietro la sede della ditta «Valota» sulla provinciale 89 che collega il rondò del Tri Plok con la zona della Fornace a Trescore, dove si sta completando la nuova rotatoria sulla 42.

Leggi di più su L'Eco in edicola giovedì 10 giugno

© RIPRODUZIONE RISERVATA