Lunedì 14 Giugno 2010

Sostituzione
contatori gas

Da un po' di tempo ai propri clienti utilizzatori di contatori installati prima del 1985 la società distributrice A2A Reti Gas sta comunicando la prossima sostituzione dei contatori medesimi. Gli utenti coinvolti ricevono una lettera in cui è scritto che è stato avviato un piano per la sostituzione dei misuratori e che il «loro» è compreso fra questi.

Nella lettera si specifica che ogni spesa rimane a carico della «scrivente società», a meno che si chieda la verifica del contatore attualmente installato. Federconsumatori ricorda che si tratta dell'epilogo di una lunga battaglia intrapresa a tutela dei consumatori che iniziò nel 2007, dopo che furono scoperti casi in Lombardia dove si verificò la poca efficienza di molti vecchi contatori del gas.

In seguito a tale evento l'Autorità per l'energia deliberò condizioni agevolate a favore dei Consumatori che vogliono verificare il corretto funzionamento dei contatori del gas installati sui propri impianti. A2A reti Gas di Bergamo, pur non rientrando fra le aziende coinvolte nel pasticcio che diede l'avvio alle rimostranze dei consumatori, ha deciso per la sostituzione delle apparecchiature vetuste e Federconsumatori apprezza tale scelta.

A nostro avviso occorre però maggiore chiarezza nella comunicazione e gli utenti vanno informati esplicitamente su quanto costa fare verificare il vecchio contatore che sarà sostituito e a cosa si va incontro se: A) il contatore funziona come previsto dalle norme; B) il contatore segna meno di quanto consentito dalle norme; C) il contatore segna più di quanto consentito dalle norme.

È altresì auspicabile che i recapiti telefonici indicati (nella lettera) per avere informazioni e chiarimenti, siano numeri verdi a carico dell'Azienda e siano effettivamente raggiungibili. Segnaliamo che attualmente i numeri da chiamare sono a pagamento e insufficientemente presidiati.

Infine si consiglia ai consumatori di essere presenti al momento della sostituzione e, per evitare contenziosi, annotare con cura i numeri che il contatore segna: meglio ancora se si fotografa l'indicatore di consumo prima che l'apparecchiatura sia asportata.
 Federconsumatori Bergamo

m.sanfilippo

© riproduzione riservata