Martedì 15 Giugno 2010

Porte danneggiate da mezzi pesanti
Una lunga catena di precedenti

Non è la prima volta che le Porte di accesso a Città Alta vengano danneggiate da mezzi pesanti che rimangono incastrati oppure dopo averle urtate tirano dritto. È successo nell'aprile dello scorso anno a Porta Sant'Agostino. Il camion allora danneggiò le pietre che si trovano sullo stipite del secondo arco portante del monumento (poi finito fuori asse). Dopo aver causato i danni, il conducente si era allontanato, ma un motociclista, dotato di grande senso civico lo aveva seguito e aveva annotato la targa, segnalando il fatto alla polizia locale, subito intervenuta insieme ad alcuni tecnici comunali.

Nel lontano ottobre del 1990 una gru, caricata su un camion, danneggiò seriamente un controarco sempre di Porta Sant'Agostino. Un anno dopo (era il 18 dicembre) un mezzo pesante urtò la volta d'accesso al monumento. Nel 1996 il danno più grave: un camion scendendo da Città Alta urtò la Porta spostando uno degli archi di 15 centimetri. Stessa storia il 13 febbraio del 1998. Il 1 febbraio 2005 un mezzo pesante urtò la base dell'arco sfregiando gravemente il monumento. La polizia, anche in quel caso, riuscì a risalire al proprietario del veicolo proprio grazie alla segnalazione di un testimone. Il conducente non si era accorto dell'urto, ma pagò comunque multa e risarcimento.

e.roncalli

© riproduzione riservata