Martedì 29 Giugno 2010

Il 5° Alpini in missione in Afghanistan
E i Riuniti donano farmaci e medicinali

Il 5° Reggimento Alpini della Brigata Julia ha in corso i preparativi per la prossima partenza in missione di peace keeping in Afghanistan. I nostri contingenti militari, oltre a svolgere con grande capacità la loro missione istituzionale, operano nei territori assegnati con aiuti umanitari alla popolazione civile dei villaggi. Tale iniziativa continua con l'aiuto di tanti fra coloro cha hanno particolarmente a cuore quest'ultimo aspetto del loro impegno.

L'Associazione Nazionale Alpini con l'organizzazione del suo Ospedale, si fa carico di una iniziativa che avrà di seguito continuità con le Sezioni ed i Gruppi: “Una cura prestata, un farmaco in dono…. una pallottola in meno” . A tutti è rivolta la richiesta di donare farmaci al reggimento affinché i suoi medici, di villaggio in villaggio, possano prendersi cura di gente che ha grande necessità. In questa operazione, gli Ospedali Riuniti di Bergamo, forti di una grande tradizione negli aiuti umanitari e con l'approvazione della Regione Lombardia hanno dato il loro fondamentale contributo nella donazione.

“Abbiamo deciso di sostenere questo progetto donando all'ANA alcuni farmaci utili all'attività medica svolta dagli Alpini a favore della popolazione afgana – ha commentato Carlo Bonometti, Direttore Generale dei Riuniti –. E' un piccolo gesto che rispecchia la nostra storica vocazione alla cooperazione internazionale e che rafforza ulteriormente il legame tra gli Ospedali Riuniti e gli Alpini, con cui condividiamo i valori della solidarietà e della generosità”.

Il 5 luglio, alle ore 11, presso la sede stanziale dell'Ospedale da Campo dell'A.N.A., situata nel sedime del 3° Reggimento Sostegno Aviazione dell'Esercito "Aquila", via Cavour 26, Orio al Serio, giungerà il Comandante del 5° Rgt. Alpini della Brigata Julia, Giovanni Coradello, con personale e automezzi; in quella sede avverrà la consegna ufficiale del primo quantitativo di farmaci.

e.roncalli

© riproduzione riservata