Martedì 06 Luglio 2010

Sospesa la riscossione della Tia
Lo annuncia Federconsumatori

A Bergamo il pagamento della Tassa di igiene ambientale (Tia) per l'anno 2010 non verrà richiesto prima del prossimo mese di settembre. Federconsumatori Bergamo apprezza il gesto di distensione che agevola i rapporti tra cittadini e chi li amministra.

Questo è un risultato tangibile, frutto della «pressione» che la nostra associazione ha esercitato nei confronti dell'Amministrazione comunale. L'azione di Federconsumatori è iniziata in seguito alla sentenza della Corte Costituzionale (illegittima l'applicazione dell'Iva su quella che si configura come una tassa) e si è spinta sino a chiedere al Tar di Brescia l'annullamento della decisione di Giunta del 20 aprile 2010 che approvava le tariffe per l'applicazione della tariffa di igiene ambientale.

In attesa della decisione del Tribunale amministrativo (udienza prevista il giorno 15 luglio 2010) e, ne siamo convinti, di chiare disposizioni governative che dipanino il groviglio di indicazioni contraddittorie sinora emesse, i nostri Amministratori hanno deciso, con il consenso di A2A di soprassedere, almeno sino al prossimo settembre, alla riscossione della Tia.

Ai consumatori ricordiamo che, comunque, il servizio ricevuto dovrà essere remunerato. Per questo motivo è opportuno non farci trovare impreparati quando il conto ci sarà presentato…. Conto che auspichiamo sarà al netto di Iva e, pertanto, ridotto rispetto a quanto pagato per il 2009.
 Federconsumatori Bergamo

m.sanfilippo

© riproduzione riservata