Martedì 20 Luglio 2010

Aveva accoltellato due compagni
in comunità: condannato a 7 anni

Un quarantenne di Caprino, Paolo Garavaglia, è stato condannato dal gup di Alessandria a 7 anni e 4 mesi di reclusione per duplice tentato omicidio con l'aggravante della premeditazione. Il 7 luglio 2009 il bergamasco, che era ospite nella comunità terapeutica piemontese San Nicolao, specializzata nel recupero di tossicodipendenti, aveva accoltellato due compagni, componenti del comitato direttivo che decide sull'andamento della struttura.

Trasportati in ospedale, i due feriti erano guariti in 40 e 20 giorni, ma i colpi inferti con il coltello erano potenzialmente letali. Garavaglia era stato sottoposto a perizia psichiatrica e ritenuto in grado di intendere e di volere al momento del fatto.

Il quarantenne, originario del Milanese, risultava residente a Caprino da circa dieci anni. Prima della sua esperienza nella comunità terapeutica piemontese, Garavaglia viveva da solo in un condominio di via Roccolino, a lato della strada provinciale 177 che collega Caprino con Torre de' Busi.

Nei primi mesi del 2007 l'uomo, che era stato anche in comunità terapeutiche della Bergamasca, si era reso protagonista di un tentativo di aggressione nei riguardi dell'allora parroco di Caprino, don Giacomo Fustinoni. Nella circostanza, con in mano un oggetto contundente, al termine di una cerimonia religiosa, aveva tentato di colpire il parroco, ma allora intervennero i carabinieri di Cisano che riuscirono a fermarlo.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata