Violenze sessuali in Bergamasca
Arrestati un marocchino e un 76enne

Violenze sessuali in Bergamasca Arrestati un marocchino e un 76enne

Un pensionato di 76 anni è stato arrestato con l'accusa di violenza sessuale su minori di 14 anni. L'anziano domenica 22 agosto, nel pomeriggio, si trovava nel parco di un paese dell'hinterland. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, l'uomo - un bergamasco - ad un certo momento avrebbe avvicinato due sorelline di 12 e 7 anni, convincendole a seguirlo in una grotta del parco. Qui l'uomo avrebbe quindi tentato di palpeggiare le bambine. La maggiore, intuendo cosa stava per accadere, è quindi scappata con la sorellina.

Nelle vicinanze si trovava il padre delle bambine che, casualmente, stava parlando con un amico carabiniere. La bimba ha raccontato tutto al papà e il militare ha chiesto l'intervento dei carabinieri. Una pattuglia è giunta poco dopo sul posto e ha arrestato il pensionato, portandolo infine nel carcere di Bergamo. L'anziano, già conosciuto alle forze dell'ordine poichè quattro anni fa aveva rimediato una denuncia per atti osceni e molestie, è comparso oggi davanti al giudice che convalidato l'arresto.

Ancora nell'hinterland, un altro episodio di violenza sessuale. Nella serata di domenica 22 agosto un marocchino ha avvicinato una ragazza romena di 13 anni, da tempo residente in Italia. La madre della bambina, accortasi del tentativo di violenza, è intervenuta liberando la figlia. Il marocchino avrebbe quindi minacciato le due con una bottiglia prima di fuggire. Sul posto poco dopo sono giunti i carabinieri che hanno subito individuato l'extracomunitario. Il marocchino, alla vista dei militari, ha dato in escandescenza picchiando i carabinieri che hanno rimediato ferite guaribili in pochi giorni. L'extracomunitario è stato poi arrestato e condotto in carcere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA