Mercoledì 25 Agosto 2010

Sant'Alessandro, oggi i Vespri
Domani la Messa con il vescovo

Con i Primi Vespri presieduti nella serata di martedì 24 agosto in Cattedrale dal vescovo Francesco Beschi, stanno per entrare nel vivo le celebrazioni per la solennità di Sant'Alessandro Martire, patrono della città e della diocesi di Bergamo, che avrà il suo culmine giovedì mattina con la tradizionale solenne Concelebrazione eucaristica presieduta dal vescovo.

La vita e il martirio di Sant'Alessandro – a cui la tradizione ininterrotta attribuisce la prima evangelizzazione di Bergamo – sono una commistione fra storia e leggenda. Il soldato cristiano Fedele, su invito del vescovo di Milano, visita il carcere militare. Lì incontra il soldato Alessandro, alfiere e portainsegne della legione Tebea, che viene fatto fuggire con altri compagni. Catturato e rifiutandosi di sacrificare agli dèi, Alessandro viene condannato a morte. La decapitazione è impossibile, perché il suo capo appare grande come una montagna al carnefice. Rimesso in carcere, riesce nuovamente a fuggire, attraversa il fiume Adda e si rifugia nei pressi di Bergamo. Viene catturato una seconda volta nel luogo dove ora sorge la chiesa di Sant'Alessandro in Captura dei frati Cappuccini di Borgo Palazzo e portato in città per il processo. Essendosi nuovamente rifiutato di sacrificare agli dèi, viene decapitato nel luogo dove sorge la colonna all'esterno della basilica di Sant'Alessandro in Colonna. La nobile matrona Grata ne raccoglie il corpo per seppellirlo: durante il tragitto, sul luogo dove ora sorge la chiesa parrocchiale di Sant'Alessandro della Croce in Pignolo, dalle gocce di sangue cadute nella terra nascono dei gigli. I resti del santo sono sepolti in un podere di Città Alta, sul luogo dove poi fu costruita la basilica alessandrina, abbattuta nel 1561 in seguito alla costruzione delle Mura venete. Questo il programma delle celebrazioni in Cattedrale. Stasera alle 20,30 Primi Vespri presieduti dal vescovo Francesco Beschi (partecipa la Cappella musicale del Duomo).

Domani, solennità di Sant'Alessandro, patrono della città e della diocesi: Messe alle 7,30 e 9. Alle 10,30, preceduta dal corteo processionale partendo dall'episcopio, solenne Concelebrazione eucaristica presieduta dal vescovo e concelebrata da altri presuli bergamaschi, che in occasione della solennità patronale ritornano nella diocesi di origine; concelebreranno anche i sacerdoti bergamaschi (partecipa la Cappella musicale del Duomo). Sempre nella giornata di domani, in Cattedrale alle 18 Messa solenne concelebrata dai canonici del Capitolo Cattedrale. In serata alle 18, il vescovo Francesco Beschi raggiungerà la basilica di Sant'Alessandro in Colonna dove presiederà una Messa solenne (partecipa il Coro dell'Immacolata), preceduta alle 17,30 dai Vespri della solennità.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata