Mercoledì 15 Settembre 2010

Covo, vincita al superenalotto
19 giocatori si dividono 190 mila €

La dea bendata bacia Covo. Nella fattispecie la tabaccheria-ricevitoria “La Rocca Shop” di viale De Micheli, dove un sistema denominato “Beta” ha centrato sabato scorso un 5 al superenalotto che ha fruttato 190.000 euro. Ad elaborarlo è stata Silvia Minniti, la titolare della ricevitoria (nella cui conduzione è coadiuvata dal fratello Luca e da papà Giuseppe e mamma Rosalba), che così ha fatto felici i diciannove titolari delle altrettante quote da cui è formato il “Beta” stesso, un sistema integrale che costa 175 euro a giocata, privo del numero superstar, con una colonna da dieci numeri, una da nove e due colonne da otto numeri.

“I vincitori –spiega Silvia- sono persone quasi tutte residenti a Covo, clienti fissi della mia ricevitoria e giocatori affezionati. Si porteranno a casa circa 10.000 a testa e, sinceramente, spero che in quest'occasione si ricordino anche di me visto che mi occupo io di tutto (anche quando chiuse per ferie Silvia gioca i sistemi dei clienti anticipatamente). Adesso pensiamo di preparare, per venerdì, un nuovo sistema, molto grosso, che chiameremo Covo Milionaria e con cui si potrà tentare la fortuna a partire dalla giocata di sabato prossimo”. Saputo della vincita, molti covesi hanno fatto tappa domenica mattina a “La Rocca Shop”. Idem lunedì. Ovvio l'entusiasmo fra i giocatori e più ancora fra i fortunati. Covo, tra l'altro non è nuovo all'appuntamento con la buona sorte.

“Dodici anni fa proprio in questa ricevitoria, che a quel tempo non gestivamo noi –prosegue la Minniti-, un 5+1 al superenalotto, centrato anche in quel caso grazie ad un sistema, fruttò sei miliardi di lire ed i vincitori si portarono a casa 120 milioni di lire a testa. Da quando ci sono io a gestire La Rocca, cioè da sette anni, quello di sabato scorso è stato il terzo 5 al superenalotto: il primo regalò circa 78.000 euro mentre il secondo circa 55.000. Sono stati vinti anche due gratta e vinci da diecimila euro ciascuno e qualche mese fa è uscito un terno al lotto da 42.000 euro”. Clientela covese ma non solo per l'esercizio commerciale dei Minniti: arrivano giocatori anche da Romano di Lombardia, Antegnate, Fara Olivana e Fontanella.

Luca Maestri

a.ceresoli

© riproduzione riservata