Mercoledì 15 Settembre 2010

Ha quattro gatti nel motore
ma il carrozziere li salva tutti

Brutta avventura per quattro gattini, intrappolati nel sottoscocca di un'auto e recuperati ieri pomeriggio da un carrozziere di Lovere. «È il lieto fine di una storia bellissima e incredibile al tempo stesso – racconta ancora stupito Gianbattista Benaglio, carrozziere – non riesco ancora a spiegarmi come abbiano fatto a sopravvivere, perché li ho recuperati in un punto dove l'automobile è molto calda e sfiora i cento gradi. Ho posizionato la vettura sul carro ponte e c'è voluta un'ora e mezzo di lavoro per smontare il sottoscocca. Quando li ho trovati mi sono commosso, non ci speravo. Due erano vicini alla zona del cambio e gli altri due proprio accanto alla marmitta. Erano molto spaventati e sporchi di olio, ma per fortuna vivi. Allora ho telefonato subito alla padrona dell'auto dicendole "sei diventata mamma di quattro gattini“».

Tutto è cominciato nella mattinata di ieri quando Sara Figaroli, giovane mamma di Lovere, ha deciso di uscire di casa per alcune commissioni. «Dovevo andare a Darfo Boario Terme – spiega –. Allora ho preso l'auto e sono partita. Dopo aver percorso pochi metri ho sentito un rumore, come se fosse il miagolio di un gattino. Avevo i finestrini aperti per il caldo e ho pensato che provenisse da fuori. Dopo alcuni chilometri di nuovo lo stesso verso. Allora ho accostato e ho cominciato a cercare dappertutto nell'auto, ma niente. Mi sono rimessa in viaggio e arrivata a destinazione ho parcheggiato. Sono stata via almeno un paio d'ore e poi sono tornata verso casa. Nel viaggio di ritorno non ho sentito più nessun miagolio, allora ho pensato che il gattino fosse uscito da solo durante la mia assenza. Nei pressi di Lovere però, all'improvviso il miagolio è ricominciato. Ho deciso di rivolgermi al carrozziere perché non riuscivo a vedere il gattino, ma lo sentivo lamentarsi. Quando mi ha telefonato il carrozziere e mi ha detto che ce ne erano quattro sono corsa all'officina per vederli. Amiamo moltissimo gli animali in famiglia, quindi ho deciso di portarli in uno studio veterinario in attesa che qualcuno li adotti».

I gattini ora sono ospiti dell'ambulatorio veterinario associato Colajori, Lanfranchi, Zubbol in via I° Maggio a Costa Volpino. Se qualcuno volesse adottarne uno può contattare lo 035.972494.

Gi. Me.

a.ceresoli

© riproduzione riservata