Venerdì 01 Ottobre 2010

Lista Bruni e il Pd attaccano:
«Vergogna in 2ª Circoscrizione»

I consiglieri della Lista Bruni e del Pd parlano di «vergogna» in 2ª Circoscrizione, a Bergamo, in un comunicato in cui segnalano che «la maggioranza Pdl-Lega durante il Consiglio del 30 settembre non ha ritenuto di discutere gli ordini del giorno da noi presentati come urgenti e relativi alla sicurezza nelle scuole del territorio e alla carenza di insegnanti di sostegno/educatori (per i ragazzi con disabilità certificate)nelle scuole del territorio»

Nel primo ordine del giorno si chiedeva che «il sindaco, sentito il parere dei vigili del fuoco e del dipartimento incaricato dell'Asl, confermi per iscritto al consiglio della Circoscrizione 2, ai dirigenti scolastici interessati e ai cittadini che i parametri di legge relativi alla sicurezza nelle scuole pubbliche e private presenti sul territorio sono rispettati».

Nel secondo che «il sindaco e  gli assessori  competenti del Comune di Bergamo si attivino con la massima urgenza presso ogni ufficio competente per sollecitare la nomina di un numero adeguato di insegnanti di sostegno/educatori/collaboratori al fine di mettere nelle condizioni tutti i minori che frequentano le nostre scuole  di avere il supporto di cui hanno certificato diritto».

E ancora si chiedeva: «il Consiglio della Circoscrizione 2 destini la cifra complessiva di 5.000 euro  a favore di  associazioni di volontariato o parrocchie che,  su segnalazione dei dirigenti scolastici,  possano realizzare  progetti urgenti volti a tamponare le situazioni più critiche venutesi a creare per la mancanza di educatori/insegnanti di sostegno nelle scuole presenti sul territorio di nostra competenza».

Richieste che Lista Bruni e Pd non giudicano «assurde né dettate da eccessiva vena polemica». E i consiglieri aggiungono: «Riteniamo sia vergognoso che i consiglieri di maggiornaza prima abbiano messo in discussione la competenza del Consiglio di circoscrizione ... e poi abbiano votato contro l'urgenza delle nostre richieste».

E - questa voltà sì - con tono polemico, concludono: «Probabilmente i consiglieri di Pdl e Lega sono così concentrati a discutere tra loro chi debba essere il "vero" presidente della Circoscizione, che hanno perso di vista la realtà».

r.clemente

© riproduzione riservata