Domenica 24 Ottobre 2010

Abusivi ai parcheggi dell'ospedale
«Usate meglio il denaro pubblico»

Torna di attualità la situazione dei parcheggi di via Grataroli, nei pressi dell'ospedale e delle piscine di Bergamo. Il 31 ottobre - ricordano i consiglieri Giacomo Angeloni e Sergio Gandi (Pd) e Pietro Vertova (indipendente dei Verdi) scade il contratto di affidamento che Atb ha dovuto stipulare, su indicazione della giunta Tentorio, con la Cooperativa Impegno sociale.

«Tale scelta dell'amministrazione Tentorio - dicono i tre consiglieri - è stata allo stesso tempo, inefficace e molto costosa». E quindi chiedono che «il denaro pubblico sia usato per la crescita sostenibile della città, non per i fastidi della nuova destra»

Ecco cosa sostengono Angeloni, Gandi e Vertova: «La scelta è stata inefficace perché la gestione di tale parcheggio risulta oggi più macchinosa di prima. Anche l'obiettivo dichiarato dalla Giunta di “allontanare i venditori ambulanti dalla zona” non è stato raggiunto. Molte persone fanno tuttora i venditori in quell'area.

Perché? Un gruppo di venditori l'ha dichiarato pubblicamente in più sedi: è la disoccupazione e non il desiderio a spingerli a fare i venditori. Peraltro, come gli abitanti del quartiere di Santa Lucia e gli stessi utenti dell'ospedale hanno più volte ribadito, i venditori non hanno mai costituito un problema di sicurezza. La nuova destra sostiene invece di avvertire percezioni di insicurezza legate alla loro presenza. Confonde il fastidio con l'insicurezza. La nuova destra alimenta il fastidio per l'esistenza in città di persone non benestanti.

Tale scelta della Giunta Tentorio è stata anche molto costosa: questa nuova modalità di parcheggio costa alla collettività 20 mila euro al mese, quindi 240 mila euro l'anno. Per l'assessore Invernizzi invece: “Il costo per l'amministrazione è irrisorio, circa 30 mila euro l'anno”. Chi avrà ragione? La realtà o l'assessore?

Gli Ospedali Riuniti rimarranno attivi presumibilmente per almeno un altro anno. La Giunta di Tentorio, con Invernizzi, vuole continuare sulla strada intrapresa per i parcheggi di via Grataroli, preventivando un ulteriore esborso di soldi pubblici pari ad almeno 240 mila euro, oltre ai 120 mila già spesi finora.

Nell'ordine del giorno urgente che presenteremo domani (lunedì 25 ottore) in Consiglio comunale (vedi allegato) si propone invece di impiegare questi soldi per la crescita della città, e in particolare per la mobilità sostenibile. Si chiede di potenziare il servizio di bike sharing e di far funzionare il parcheggio di interscambio della Celadina (sempre desolatamente vuoto) rafforzando i mezzi pubblici al servizio di quel parcheggio».

 
 

 

r.clemente

© riproduzione riservata