Martedì 26 Ottobre 2010

Tanta pioggia e neve in montagna
Col favonio ora un po' il sole

La pioggia delle giornate di domenica e lunedì, in montagna si è trasformata in neve. Questo perchè la perturbazione atlantica ha ritrovato un improvviso vigore a partire dalla notte tra domenica e lunedì, con l'entrata in campo dell'aria fredda di origine polare che ha generato nuova neve nella Bergamasca.

Sono così caduti fra i 50 e i 70 mm di pioggia su tutta la provincia, un quantitativo cospicuo e ben distribuito su quasi 12 ore di precipitazione continua, con un più democratico coinvolgimento sia delle Valli che della Bassa, peraltro tipico del maltempo autunnale. E l'aria fredda ha portato con sé l'inevitabile discesa della neve, che nella mattinata di lunedì ha imbiancato le pinete bergamasche fin sotto i 1400 metri, a quote anche vicine ai 1000 metri sull'Ovest della provincia, dove il freddo è entrato in azione alcune ore prima, rispetto al lato orientale. La neve ha quindi imbiancato località come Foppolo, i Piani di Cresola di Valtorta e Torcola Vaga di Piazzatorre.

Ora la depressione si è indirizzata verso il basso Adriatico da un'alta pressione che martedì 26 ottobre ha riportato stabilità atmosferica nei nostri cieli. Questo grazie anche all'intervento del favonio che è sceso su tutta la provincia, riportando il sole e l'azzurro ovunque, per qualche giorno di stabilità.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata