Lunedì 01 Novembre 2010

Pioggia fino a mercoledì 3
Poi variabile e nebbie in pianura

Il maltempo è destinato a durare fino al 3 novembre. Solo nella mattina di mercoledì prossimo, infatti, il cielo potrebbe rasserenarsi anche se non mancherà ancora qualche nuvolaglia, senza tuttavia nuove precipitazioni.

Queste le previsioni dal bollettino dell'Arpa Lombardia

OGGI LUNEDÌ 1 NOVEMBRE 2010
Su tutta la Lombardia in prevalenza coperto. Nuvolosità a tratti in attenuazione dal pomeriggio su Pianura Orientale e settore Nordovest. Precipitazioni: su Alta Pianura e Prealpi da moderate a localmente forti. Su Alpi, Bassa Pianura e Oltrepò Pavese da deboli a moderate. Più intense nella notte e al primo mattino, in generale attenuazione in mattinata, in esaurimento dal tardo pomeriggio-sera sulle aree alpine e prealpine. Limite delle nevicate oltre i 2000 metri. Temperature: minime in lieve aumento, massime stazionarie. In pianura valori tra 11 e 13 °C per l'intera giornata. Venti: in pianura moderati o localmente forti da est, in montagna moderati o forti meridionali tendenti a ruotare da est.

MARTEDÌ 2 NOVEMBRE 2010
Su tutta la Lombardia molto nuvoloso o coperto. Attenuazione della copertura e qualche schiarita nel tardo pomeriggio ed in serata. Precipitazioni: su Alpi e Prealpi deboli, su Pianura e Oltrepò da deboli a localmente moderate. Più diffuse e insistenti nella notte e al mattino, in generale attenuazione o locale esaurimento dal pomeriggio a partire dalle aree alpine. Neve oltre i 2400 metri. Temperature: minime stazionarie, massime in lieve aumento.Venti: deboli dai quadranti settentrionali con locali rinforzi sui rilievi, specie sull'Appennino. Altri fenomeni: possibili banchi di nebbia in serata sulla Bassa Pianura.

TENDENZA PER MERCOLEDÌ 3 E GIOVEDÌ 4 NOVEMBRE 2010
Mercoledì e Giovedì su tutta la regione cielo sereno o poco nuvoloso, salvo possibilità di nebbie o nubi basse sulla Pianura nelle ore notturne e del primo mattino. Precipitazioni assenti. Temperature in moderato calo nei minimi, stazionarie nei massimi. Venti in pianura deboli di direzione variabile o calma, in montagna deboli settentrionali.

e.roncalli

© riproduzione riservata