Mercoledì 03 Novembre 2010

Vaccinazione anti papilloma virus
anche al Bolognini di Seriate

A partire dal mese di novembre l'Azienda Ospedaliera Bolognini di Seriate attiva la vaccinazione anti papilloma virus, promossa in Lombardia grazie ad un accordo tra la Regione e le aziende farmaceutiche, per cui è possibile richiedere la vaccinazione antiHPV (Human Papilloma Virus) presso ambulatori specialistici di strutture accreditate, a prezzo agevolato (meno di 200 euro per l'intero ciclo vaccinale).

Il Direttore Sanitario Michele Tumiati spiega che “la vaccinazione, associata agli strumenti disponibili per la prevenzione secondaria (Pap-test, HPV test), è uno strumento prezioso per la prevenzione del carcinoma della cervice uterina, la cui causa necessaria, anche se non sufficiente, è dimostrata essere l'infezione da HPV. L'infezione da HPV è molto frequente nella popolazione: si calcola che almeno il 75% delle donne sessualmente attive si infetti nel corso della propria vita, anche se degli oltre 120 tipi di papilloma che infettano la specie umana solo 15 sono definiti a rischio oncogeno. Il carcinoma della cervice uterina è il secondo tumore maligno della donna per incidenza a livello mondiale. In Europa è la seconda causa di morte per carcinoma (dopo quello alla mammella) nelle donne giovani. In Italia ogni anno sono diagnosticati circa 3500 nuovi casi di carcinoma della cervice uterina, ed oltre 1500 donne muoiono a causa di questa patologia. Nel corso della propria vita il rischio di ogni donna di sviluppare un tumore della cervice è del 6,2 per mille, in pratica un caso ogni 163 donne”.

La vaccinazione è riservata a donne residenti nella nostra regione, di età compresa tra 13 anni e 26 anni. Per vaccinarsi non è richiesta impegnativa medica: è però necessario prenotare presentandosi personalmente agli sportelli CUP, oppure telefonando al Call Center Regionale (numero verde 800638638). La vaccinazione viene effettuata presso gli ambulatori dei reparti di Ostetricia e Ginecologia degli Ospedali di Seriate, Alzano e Piario . E' prevista la somministrazione di tre dosi, nell'arco di sei mesi.

Amedeo Amadeo, Direttore Generale del Bolognini, sottolinea che: “il servizio viene offerto a tutto il bacino d'utenza dell'Azienda Bolognini, con uno sforzo non indifferente dei nostri reparti di Ostetricia e Ginecologia, teso a rispondere anche a questo bisogno di salute secondo una mission aziendale che ha nel radicamento sul territorio uno dei principi di riferimento”.

e.roncalli

© riproduzione riservata