Nell'ex colonia di Valpiana
una comunità per malati psichici

L'ex casa vacanze delle Suore Adoratrici di Rivolta d'Adda, a Valpiana di Serina, sarà trasformata in un centro per accogliere pazienti con disagi psichici e persone con disabilità, con un'attenzione ai pazienti post traumatizzati cranici.

Nell'ex colonia di Valpiana una comunità per malati psichici

L'ex casa vacanze delle Suore Adoratrici di Rivolta d'Adda, a Valpiana di Serina (2.800 metri quadrati di spazi) sarà trasformata in un centro per accogliere pazienti con disagi psichici (di cui il 20% potranno aver commesso reati, ma non alla persona, e, quindi, con restrizioni della libertà personale) e persone con disabilità acquisita (come può essere quella in seguito a incidenti o a malattie congenite), con un'attenzione ai pazienti post traumatizzati cranici.

Nel primo caso si parla di comunità riabilitativa ad alta assistenza (Cra), che sarà gestita dalla cooperativa «La bonne semence» di Oltre il Colle, mentre nel secondo di residenza sanitario-assistenziale per disabili, gestita dalla cooperativa Progettazione di Pedrengo. Il tutto per un totale di 35 posti letto, con la previsione di assumere una trentina di dipendenti. Il recupero dell'edificio, a cura de «La bonne semence», prevede un investimento di 2,5 milioni di euro (in cui è compreso l'acquisto della struttura); i lavori prenderanno il via tra circa 15 giorni e dovrebbero concludersi entro il 2011.

Per conoscere tutta la storia leggi L'Eco di Bergamo del 6 novembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA