Martedì 23 Novembre 2010

Ladri scatenati a Treviglio
Ma il bottino è di soli 30 euro

Il centro storico di Treviglio è stato preso di mira nella notte tra domenica 21 e lunedì 22 novembre dai ladri che hanno forzato le porte d'ingresso di cinque negozi e di un'abitazione. Alla fine i malviventi si sono portati via soltanto 30 euro, ma i danni ai serramenti sono molto maggiori.

Il magro bottino è stato prelevato verso le 2 da un distributore di palline contenenti gadget, all'esterno del «Bar Euromoka» di via Verga, facilmente forzato dai ladri. Potrebbero essere gli stessi individui che, poco dopo, hanno cercato di entrare in un appartamento del vicino vicolo Manetti. Colpo fallito, per la presenza di una guardia giurata della Polnotte, anche al negozio «Orto fresco» di via XXV Aprile: «I ladri sono riusciti a entrare nel negozio svitando il lucchetto della porta principale d'ingresso in vetro – spiega la titolare –. Una volta nel locale, hanno rivolto le loro attenzioni al registratore di cassa, dove però non c'erano soldi». A favorire la fuga degli scassinatori è stato anche l'arrivo del vigilante che si trovava in zona.

Nella movimenta notte trevigliese, altri tre negozi sono stati visitati dai ladri. Nella «Focacceria ligure» di via San Martino, hanno cercato di forzare la porta d'ingresso ma, nonostante la strada illuminata e il potenziale rischio di essere visti, hanno agito anche nella centralissima via Galliari, cercando di aprire la porta del negozio d'acconciature «Silvana e Viola» con un piede di porco. Probabilmente con lo stesso attrezzo hanno agito nell'antistante negozio di prodotti d'artigianato in carta «Papeterie d'artiste». In entrambi i casi, soltanto danni alle serrature. Infine un atto vandalico, sempre nella notte: in via Filzi, una Mercedes Classe A parcheggiata all'aperto e di proprietà di una negoziante del centro è stata rigata con un chiodo su cofano e portiere. Tutti i fatti sono stati denunciati alle forze dell'ordine che hanno avviato le indagini.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata