Giovedì 02 Dicembre 2010

Gelo sui binari Fs, ritardi a raffica
Pendolari bergamaschi inferociti

«Proprio oggi che c'è l'udienza in tribunale sulla causa che, come pendolari bergamaschi, abbiamo intentato nei confronti di Trenitalia per i ripetuti disservizi e disagi, Trenitalia ha dato un'altra bella prova di sè, complice il gelo che si è abbattuto sulla “tundra” padana».

Il treno Bergamo-Milano delle 7.32 - ci scrive Dante Goffetti, del Comitato pendolari bergamaschi - è partito con circa 40 minuti di ritardo e, ovviamente, stipato all'inverosimile, dato che i passeggeri che intendevano servirsi del successivo treno delle 8.02 si sono riversati su di esso, avendo notato che i monitor della stazione annunciavano che l'8.02 sarebbe partito con 15 minuti di ritardo. Il pendolare accorto sa per esperienza che quando il monitor annuncia 15 minuti, il ritardo tende poi ad aumentare perché il treno viaggia fuori dalla propria “finestra di percorrenza”».

«Sta di fatto che i corridoi del  7.32 in ritardo - aggiunge Goffetti - erano affollati di passeggeri che hanno viaggiato in piedi fino a Milano, dove siamo arrivati con 40 minuti di ritardo».

«L'8.02 - ha poi scritto un'altra pendolare,  Tiziana Brignoli - è arrivato a Verdello con più di 30 minuti di ritardo (segnalati 20), ritardo che si è portato fino a Pioltello».

«Aggiungo - dice Simona Cionti - che il treno precedente 10760 Bergamo-Milano è partito con 30 minuti di ritardo ed è arrivato a Milano con 60 minuti di ritardo. Non c'è proprio via d'uscita».

Ad altri pendolari non è andata meglio, come ci segnala nel dettaglio Daniele Balasso: «Treno 10764 BG-MI via Carnate in partenza alle 8.15 a Calusco = soppresso; treno 10766 BG-MI via Carnate in partenza alle 8.45 a Calusco = soppresso;  treno 10768 BG-MI via Carnate in partenza alle 9.11 a Calusco = arrivato a Calusco con 10 min. di ritardo ed a Milano Greco Pirelli con 20 min. di ritardo».

«Chi mi ripaga delle 2 ore di ritardo al lavoro», scrive un altro viaggiatore inferocito. E aggiunge: «Spero che al nostro processo trenitalia (volutamente tutto in minuscolo) sia condannata a pagare salatissimi rimborsi per tutti questi disagi».

r.clemente

© riproduzione riservata