Giovedì 02 Dicembre 2010

Treni ad alta capacità e velocità
I sindaci vogliono un tavolo tecnico

Incontro, giovedì pomeriggio in Provincia, tra i sindaci dei paesi interessati al passaggio della linea ferroviaria alta capacità e alta velocità (tratta di Treviglio) con l'assessore alla Pianificazione territoriale e Grandi infrastrutture Silvia Lanzani, i dirigenti arch. Giuseppe Epinati e ing. Renato Stilliti e il funzionario Silvia Garbelli per verificare quanta parte delle osservazioni presentate in Conferenza dei Servizi per l'approvazione del progetto ferroviario fosse stato accolto dal Comitato interministeriale per la Programmazione Economica (CIPE) e per valutare se riproporre le considerazioni già espresse, poiché si ritiene che alcuni problemi rimasti aperti possano essere affrontati e risolti nel corso della redazione del progetto esecutivo anche a vantaggio di RFI.

Il progetto definitivo della linea ferroviaria AV/AC Torino – Venezia – tratta funzionale Treviglio-Brescia, è stato approvato con delibera del CIPE n. 81/2009 e conseguentemente modificato secondo le prescrizioni contenute nella stessa. Dal momento che le modifiche interessano proprietà che non erano contemplate nel progetto originario, ai sensi di legge il progetto è stato nuovamente pubblicato il 7/10/2010 per l'informativa dovuta ai proprietari dei terreni interessati dalla procedure di esproprio/occupazione. Questi avevano 60 giorni di tempo per presentare memorie o osservazioni.

Le modifiche riguardano essenzialmente opere accessorie, come gli attraversamenti poderali e le strade provinciali interferite per le quali RFI deve realizzare delle varianti.

Si tratta di :
• ex SS 591 variante di Morengo
• ex SS 498 variante di Romano di Lombardia
• ex SS 11 variante di Sola e Isso
• ex SS 11 variante di Calcio.

La Provincia e i Comuni territorialmente interessati dal passaggio dell'infrastruttura e dalle strade connesse, hanno preso visione del progetto pubblicato e hanno chiesto alla Provincia di coordinare un tavolo di confronto per condividere alcune considerazioni da trasmettere nuovamente a RFI pur nella consapevolezza che dal punto di vista procedurale non è prevista una loro espressione formale.

Hanno partecipato gli Amministratori dei Comuni di Casirate d'Adda, Treviglio, Caravaggio, Bariano, Fornovo S. Giovanni, Fara Olivana con Sola, Covo, Antegnate, Calvenzano, Morengo, Pagazzano, Romano di Lombardia, Isso, Barbata, Calcio.

In conclusione i Comuni hanno concordato di mandare nuovamente a RFI l'elenco dei problemi irrisolti chiedendo nel contempo l'organizzazione di un tavolo tecnico che consenta agli Enti territoriali una verifica e un confronto sul progetto esecutivo durante la sua predisposizione.

a.ceresoli

© riproduzione riservata