Giovedì 16 Dicembre 2010

Weekend «antidepressivo»
con il «Sarnico Winter festival»

Fanfare, burattini, saltimbanchi, carovane di personaggi grotteschi e tanto divertimento: la fantasia torna al potere per due giorni a Sarnico, con un fine settimana di follia «antidepressiva». La magia dell'arte di strada approda anche sotto l'albero, dopo i successi estivi di richiamo nazionale. Con sei location nel centro cittadino, 10 compagnie e poco più di 50 artisti, si alza sabato il sipario su «Sarnico Winter Festival», per la 1ª edizione invernale della fortunata manifestazione, promossa dall'amministrazione comunale e dalla Pro loco.

La due giorni di sabato e domenica è promossa nell'ambito di «Aria di feste», il carnet che fino al 15 gennaio terranno compagnia ai residenti e ai turisti del Basso lago, in collaborazione con l'Associazione commercianti. Il prologo domani, con l'apertura straordinaria dei negozi fino alle 23.

I festival prenderà il via sabato alle 15, con le performance del teatro di figura «Le due e un quarto» di Torino; la marching band «Dei Petos Dixiedisaster», il Teatro Tascabile di Bergamo, sul lago con uno show musicale sui trampoli, e con i burattini argentini di «Antidoto lento». Spettacoli, che proseguiranno itineranti fino alle 19.

Domenica si riparte la mattina, dalle 10,30 alle 12.30, con «Nataleinero» e la bergamasca «Caravan orchestra», due gruppi musicali che allieteranno le vie del centro, affiancati dal bis di «Antidoto lento». Nel pomeriggio, grande attesa alle 16 per il gruppo «Melarancio» di Cuneo, con la battaglia dei 500 cuscini in piazza XX Settembre. Gli spettacoli domenicali prenderanno il via alle 15 e proseguiranno fino alle 19. Altre performance vedranno alternarsi «Marco Neri-Olaf», con arte di giocoleria, «Tarek e Patty» e il «Bilico Teatro» di Curno.

Gli spettacoli sono previsti nel centro storico, nelle piazze XX Settembre, Besenzoni e Umberto I, allo shopping center di via Roma e sul lungolago. «Winter Festival è un esperimento – spiega Alberto Marini, assessore al Turismo –. Sarnico e la Pro loco, con il suo presidente Lorenzo Bellini recentemente riconfermato, hanno creato un positivo legame con l'arte di strada, che ben si integra con il nostro centro storico medievale e le sue viuzze ricche di storia».

Il fine settimana sarà accompagnato da degustazioni gratuite, a partire dalle 17,30.

a.ceresoli

© riproduzione riservata