Giovedì 27 Gennaio 2011

«L'emergenza non è un gioco da bimbi»
Campagna sul corretto uso del 118 al via

Il 1° febbraio prenderà il via la Campagna di comunicazione per la corretta chiamata ai numeri dell'emergenza. La campagna, destinata ai bambini dai 4 ai 7 anni, ai genitori e agli insegnanti, è condotta in collaborazione con la Direzione generale Sanità di Regione Lombardia con la Società italiana Sistemi 118 e con i pediatri della Fimp (Federazione italiana medici pediatri) e della Simeup (Società italiana medici di Emergenza pediatrica), e prende le mosse dalla constatazione che i bambini piccoli, di età 3-6 anni, utilizzano impropriamente i numeri dell'emergenza.

I dati raccolti sono significativi: nel 2010 le chiamate mute sono state in tutta la Lombardia 46.689 (solo a Milano 21.884), le chiamate interrotte 23.648 (a Milano 15.844) e le chiamate «scherzi» 10.951 (a Milano 3720, circa 10 al giorno). Un dato importante è che le chiamate mute/interrotte/scherzi aumentano nella fascia pomeridiana, in particolare tra le 16 e le 18, non a caso la fascia in cui i bambini sono tornati da scuola.

Questo perchè molti bambini «giocano» con il cellulare e chiamano più volte (la chiamata ai numeri dell'emergenza si effettua anche senza scheda sim, ndr). È evidente che questa situazione impegna gli operatori del 118 su linee telefoniche dedicate all'emergenza sanitaria. Da qui la necessità di avviare una campagna di comunicazione: è stato elaborato un volantino-locandina che sarà a disposizione dei genitori presso tutti gli studi pediatrici della Lombardia. Inoltre è stata realizzata la Bim-Box, valigetta virtuale disponibile sul sito Areu, che contiene materiale utile per una corretta educazione all'emergenza dei bambini (e dei genitori).

fa.tinaglia

© riproduzione riservata