Martedì 15 Febbraio 2011

Tangenziale esterna Milano:
la scheda e tutti i dati dell'opera

La tangenziale est esterna di Milano sarà aperta al traffico entro l'Expo del 2015. Collegherà la A4 alla A1 con 32 km di percorso e 38 di nuova viabilità connessa.

TEMPI
Il progetto definitivo della Tem è stato completato nel mese di aprile 2010 ed è stato approvato da CAL l'11 novembre scorso. Il 7 febbraio scorso ha preso avvio la procedura approvativa del progetto definitivo.
 
I prossimi passi:
inizio aprile 2011: Conferenza di Servizi;
giugno/luglio 2011: approvazione CIPE;
agosto/settembre 2011: avvio lavori (immediatamente dopo la registrazione della Corte dei Conti della delibera CIPE).
La fine lavori è prevista entro la fine del 2014.

IL PROGETTO
Il progetto prevede la realizzazione di un asse autostradale che, snodandosi per circa 32 chilometri e interessando tre province (Monza Brianza, Milano e Lodi), collega la A1 con la A4.

L'intervento è caratterizzato da una sezione trasversale a tre corsie per senso di marcia con corsia di emergenza. L'autostrada è a regime di esazione chiuso (proposto dalla Regione il sistema free flow). Il progetto prevede inoltre l'interconnessione con le principali arterie di traffico mediante nove svincoli, sei con la viabilità non autostradale (Pessano con Bornago, Gessate, Pozzuolo Martesana, Liscate, Paullo, Vizzolo Predabissi) e tre con la rete autostradale (due con assi esistenti, A1 e A4, e uno con la BreBeMi).

Sono inoltre previsti numerosi interventi (38 km di nuove viabilità di progetto e 15 km di riqualifiche di strade esistenti) per garantire adeguata connessione tra la nuova infrastruttura e la viabilità locale e finalizzati a ridurre il traffico di attraversamento dai centri abitati risolvendo alcune situazioni oggi già critiche.

I 32 chilometri della TEM - insieme ai 38 km di nuove strade connesse e ai 10 km di strade esistenti da riqualificare - andranno, infatti, a completare un quadro infrastrutturale che cambierà l'assetto non solo del quadrante a est di Milano e dell'alto Lodigiano, ma anche tutto il volto viabilistico della Lombardia.

A nord, infatti, sarà realizzata l'autostrada Pedemontana, completata la Tangenziale Nord (SP 46 Rho - Monza) e ampliata la A9 grazie alla realizzazione della terza corsia; a est Brebemi che si innesta sulla TEM appena a ovest del fiume Adda, a Melzo, senza dimenticare il potenziamento di Paullese, Rivoltana e Cassanese, i tre assi di penetrazione, che costituiranno le vie d'accesso, sia di Brebemi che della Tangenziale Est Esterna, a Milano.

r.clemente

© riproduzione riservata