Lunedì 21 Febbraio 2011

Isola Fondra, boato al campeggio:
distrutte 11 roulottes, 5 evacuati

Una trentina di roulottes coinvolte, undici delle quali sono andate completamente distrutte. È il bilancio dell'esplosione di alcune bombole di gas, che ha coinvolto il campeggio «San Simone» che si trova a Isola di Fondra, paese che si incontra poco prima di arrivare a Branzi, in Alta Valle Brembana.

L'allarme è scattato intorno alle 3,20 del mattino di lunedì, 21 febbraio: un fortissimo boato ha scosso la zona. Poi sono divampate le fiamme. Tutto, secondo i primi accertamenti dei carabinieri, sarebbe stato causato dalla rottura di un cavo elettrico ad alta tensione che passa proprio sopra il campeggio. Il cavo potrebbe aver colpito proprio alcune bombole, che sarebbero esplose. Il rogo che ne è seguito ha distrutto le 11 roulottes più vicine, ma  ne avrebbe danneggiate un'altra ventina che si trovavano più distanti.

Secondo invece gli accertamenti dei tecnici di «Terna» (la società che gestice la rete di trasmissione elettrica), il cavo appartenente al trattpo Bordogna - Carona sarebbe caduto a causa dell'esplosione e del successivo incendio. Stando così le cose, «Terna» ha anche annunciato che chiederà i danni ai titolari del campeggio per il pronto intervebto dei propri tecnici e la messa in sicurezza dell'elettrodotto rimasto bloccato fino alle 6,50, e dunque non potendo erogare eneria elettrica ai propri utenti.

Scattato l'allarme, sul posto sono accorsi i vigili del fuoco di Zogno e i carabinieri di San Giovanni Bianco. Poi sono stati chiamati a intervenire anche i tecnici dell'Enel.

Il campeggio è utilizzato da tanti bergamaschi, ma soprattutto da milanesi che lo usano come base per raggiungere le vicine piste da sci di Foppolo e San Simone. Nessuna delle roulottes coinvolte era occupata al momento dell'incidente e quindi, fortunatamente, nessuno è rimasto ferito.

A scopo precauzionale, hanno confermato i carabinieri, sono state evacuate cinque persone che occupavano altre roulottes del camping: sono state ospitate nella reception della struttura.

Su L'Eco in edicola martedì 22 febbraio due pagine sull'accaduto

r.clemente

© riproduzione riservata