18enne aggredito per essere derubato «A Ponte San Pietro molti casi simili»

18enne aggredito per essere derubato
«A Ponte San Pietro molti casi simili»

A 18 anni in stazione a Ponte San Pietro. Avvicinato, inseguito e strattonato. Fino ad essere aggredito per essere derubato. Picchiato e buttato a terra. Da due coetanei.

A raccontarlo è la vittima, che ci ha scritto una lettera nella serata di martedì 11 marzo: «Mi chiamo S.S., vivo a Bergamo e ho 18 anni. Oggi pomeriggio (11 marzo, ndr) alle 15.15/15.20 mi trovavo a Ponte San Pietro alla stazione del treno. Mi si sono avvicinati due ragazzi stranieri (quasi sicuramente maghrebini) più o meno della mia età chiedendomi una sigaretta tra via Sabotino e la Passerella. Io ho risposto che non fumavo e mi sono allontanato».

Ma i due lo hanno seguito, «chiedendomi dei soldi e strattonandomi. Ho minacciato di chiamare la polizia e mi sono allontanato; ciononostante ho notato che continuavano a seguirmi, finché, al principio di via Sant’Anna hanno cercato di rubarmi il portafoglio aggredendomi. Io mi sono difeso, ho spintonato uno dei due, ma l’altro è riuscito a colpirmi al volto facendomi cadere per terra. Ho chiesto aiuto e i due, spaventandosi, sono scappati».

Il 18enne si è rivolto alla polizia: «Ho chiamato la questura di Bergamo, ma purtroppo mi hanno detto che avrei potuto sporgere denuncia, ma non conoscendo i due, non essendo stato derubato e non essendo in possesso di un referto medico che testimoniasse le (seppur lievi) lesioni che quest’aggressione mi ha provocato, non sarebbe stato di grande utilità».

«A parte il fatto che considero quest’episodio grave, non vi scrivo per un interesse personale, ma perché questo non è un episodio isolato e la sicurezza a Ponte San Pietro (si basti chiedere a chiunque vi abiti) è sempre più precaria. Inoltre, molti ragazzi della scuola superiore che frequento, il complesso Maironi Da Ponte, hanno subito aggressioni simili, furti (cellulare e biciclette in primis) che non vengono però denunciate per sfiducia nei confronti delle autorità».


© RIPRODUZIONE RISERVATA